Mutui a tasso fisso

Il mutuo a tasso fisso è una forma in cui il tasso d’interesse applicato al prestito non varia, anche se il costo del denaro aumenta o diminuisce. Ne consegue che le rate non subiscono mai alcuna variazione.

Il soggetto che contrae il mutuo ha la certezza di dover pagare un ben determinato ammontare, per un periodo di tempo predeterminato.

L’istituto di credito che eroga il prestito pretende un corrispettivo per tale sicurezza, che si concretizza in un interesse più alto rispetto a quello relativo ai mutui a tasso variabile. L’ammontare del fisso è determinato dalla somma di due parametri:

  • EURIRS o IRS (Euro Interest Rate Swap), tasso comunicato quotidianamente dalla Federazione Bancaria Europea;
  • Spread, la percentuale di guadagno dell’istituto di credito erogante, generalmente compresa tra l’1% e il 3%.

Siccome l’EURIRS è un tasso uguale per tutti gli istituti di credito, la convenienza di una proposta di questo tipo di mutuo rispetto ad un altro risiede soprattutto nello spread, oltre che in altri costi marginali quali spese di istruttoria, eventuali tassi d’ingresso, etc.

Con il mutuo a tasso fisso, la banca si assume il rischio di eventuali aumenti del costo del denaro. Tale rischio è maggiore, quanto più lunga è la durata del prestito. Questo spiega perché l’IRS è tanto più elevato, quanto maggiore è la durata dell’ammortamento.

D’altro canto, il fatto che il rischio di variazione del tasso aumenti con l’allungarsi del periodo di riferimento, spinge i soggetti che necessitano di un mutuo a ricorrere alla formula “fisso” quando sono previsti lunghi tempi di restituzione.

Ovviamente i mutui a tasso fisso risultano vantaggiosi solo se, dopo la stipula del contratto, il mercato vede aumentare gli interessi. Purtroppo non è una previsione che si può fare con certezza, pertanto la scelta di uno piuttosto che un altro, dipende dalla propensione al rischio dei soggetti e dalle loro esigenze particolari. Generalmente, uno dei motivi che spinge a scegliere il tasso fisso è la possibilità di pianificare con certezza il bilancio familiare e di ottenere una stabilità economica, eliminando il rischio legato all’incremento dei tassi, il che è appetibile soprattutto per chi ha un reddito costante e non elevato.

Riassumendo, il mutuo a tasso fisso è indicato quando:

  • si vuole pagare rate uguali e conoscere da subito l’ammontare complessivo del debito;
  • si prevede un aumento dell’inflazione e quindi dei tassi;
  • il richiedente è un lavoratore dipendente con uno stipendio medio e regolare.

I vantaggi sono:

  • certezza dell’entità delle rate da pagare e della durata del prestito;
  • tutela da aumenti del costo del denaro.

Gli svantaggi si individuano invece in:

  • maggiori costi iniziali (tasso maggiore rispetto a quello variabile);
  • penale per estinzione anticipata superiore alle formule con interessi variabili;
  • impossibilità di godere dei vantaggi derivanti da eventuali cali dei tassi.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.