Mutuo regionale: come funziona

mutuo regionale

Il mutuo regionale è un’opportunità interessante per chi vuole procedere all’acquisto di un’abitazione principale. È senza dubbio una possibilità conveniente messa a disposizione periodicamente in alcune regioni, sia a statuto ordinario che a statuto speciale. Spesso vengono offerte delle possibilità di partecipazione a bandi, ai quali possono prendere parte coloro che hanno degli specifici requisiti, che variano in base alla regione di appartenenza. Si tratta in genere di condizioni molto simili, ma che possono differire in base al luogo di residenza. Ogni regione stabilisce il limite massimo del reddito, ma in generale viene richiesta una dichiarazione di tipo medio o basso. Chi vuole partecipare a queste possibilità non deve avere usufruito in passato di altre agevolazioni di questo tipo e non deve essere proprietario di un’altra abitazione.

Mutuo regionale della Regione Sardegna

Di recente è stato pubblicato un bando apposito per i mutui regionali in Sardegna, che permette di ottenere delle agevolazioni per l’acquisto, la costruzione o il recupero di una prima abitazione. In particolare sono due gli istituti di credito che possono concedere questo mutuo: Banca Intesa SanPaolo e Banco di Sardegna.

Si tratta di un mutuo a condizioni agevolate, che non può superare i 120.000 euro e che può avere una durata di 30 anni, 25 anni, 20 anni, 15 anni o 10 anni. L’agevolazione prevista consiste nell’abbattere gli interessi del mutuo nel corso di 26 semestralità (in caso di mutui trentennali e venticinquennali) o di 20 semestralità (per i mutui ventennali e quindicennali) o ancora per 14 semestralità (nel caso di mutui decennali). I contributi offerti dalla Regione non possono essere aggiunti ad altre agevolazioni di carattere pubbliche che sono rivolte alla costruzione, all’acquisto o al recupero di un’abitazione.

Mutuo regionale della Regione Valle d’Aosta

Anche la Valle d’Aosta propone la possibilità di ottenere un mutuo per la prima casa. Le domande possono essere presentate da persone con età non inferiore a 18 anni e non superiore a 70 anni e residenti almeno da 8 anni in Valle d’Aosta, anche per un periodo non consecutivo. I componenti del nucleo familiare del richiedente non devono essere proprietari di un’abitazione e non devono avere beneficiato per più di una volta di un mutuo per la prima casa fornito dalla Regione. L’ISEE non deve essere superiore a 80.000 euro.

Mutuo regionale della Regione Piemonte

In Piemonte è possibile richiedere agli istituti di credito convenzionati un mutuo per l’acquisto della prima abitazione o per il finanziamento di interventi di ristrutturazione o di incremento dell’efficienza energetica. In questo caso l’edificio deve essere in Italia, non può appartenere ad una categoria catastale A1, A9 o essere di lusso. Il mutuo non può superare 250.000 euro e chi presenta la domanda non deve avere la proprietà di altri immobili ad uso abitativo.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.