Conteggio estintivo, cos’è e come funziona

conteggio estintivo

Quando si acquista un immobile, spesso si accende un mutuo che permette di avere subito la liquidità necessaria per l’investimento. Il mutuo può essere di diversi importi e prevedere un piano di rimborso in più anni. Può capitare, però, che si possa avere la possibilità di estinguere in anticipo il mutuo e liberarsi, così, anche dell’ipoteca che grava sull’immobile acquistato.

Per sapere esattamente la cifra che si deve restituire alla banca o alla finanziaria per chiudere in anticipo un mutuo è necessario effettuare quello che viene chiamato “conteggio estintivo”.

Un calcolo, dunque, che permetterà di mettere insieme la quota capitale e gli interessi ancora da rimborsare e capire esattamente la cifra totale da corrispondere alla banca.

Il conteggio estintivo, però, si può utilizzare anche in altre situazioni come nelle trattative di surroga del mutuo o di sostituzione del mutuo.

Conteggio estintivo: come funziona

Come anticipato, trattasi di un calcolo che effettua la banca o la finanziaria che ha erogato il mutuo per capire esattamente quanto il debitore debba ancora pagare complessivamente per rimborsare completamente il finanziamento.

Per calcolarlo, la banca deve prendere come base il debito residuo al netto degli interessi, aggiungendoli successivamente e calcolandoli in base al tempo che intercorre dalla data dell’ultimo pagamento e il giorno in cui si intende pagare il residuo del prestito. A quanto calcolato possono essere aggiunti eventuali costi di commissioni e penali che però non possono superare l’1% del valore netto ancora da corrispondere.

Il calcolo, ovviamente, non è fatto manualmente ma utilizzando speciali software che permettono di garantire la massima precisione. Alcuni surrogati di questi software si possono trovare anche online. In questo modo chi fosse intenzionato ad estingure in anticipo un mutuo potrà già farsi un’idea precisa della cifra che dovrà andare a pagare.

Una volta richiesto il calcolo alla banca, una risposta dovrebbe essere data entro 10 giorni con tutti i dati. Con in mano questo documento, gli interessati possono richiedere l’estinzione anticipata del mutuo, oppure, come evidenziato all’inizio, anche contrattare un’eventuale surroga o sostituzione con un’altra banca.

Conteggio estintivo: come richiederlo

Ogni banca ha una sua prassi. In ogni caso, solitamente è sufficiente recarsi presso la propria filiale e parlare con un incaricato richiedendo questo documento. In alternativa, alcune banche permettono di effettuare questa richiesta anche attraverso altri canali come il telefono o l’email. Solitamente non bisogna presentare alcun documento aggiuntivo, al massimo potrebbe essere necessario compilare un veloce modulo.

Dal momento della richiesta, come detto, la banca dovrebbe formulare la risposta con i dati richiesti entro 10 giorni lavorativi.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.