Ho un mutuo: è possibile richiederne un altro?

ho un mutuo posso chiedere un altro mutuo

Quando si deve comprare un immobile, ricorrere ad un mutuo è una prassi comune. Solo in questo modo, infatti, è possibile, in molti casi, riuscire a disporre della liquidità necessaria per effettuare l’investimento. Tuttavia, a seguito dell’acquisto dell’immobile, può capitare un imprevisto come una spesa importante non calcolata, emersa, magari, a seguito di alcuni lavori effettuati all’interno della casa.

In casi come questi, quando la spesa da sostenere è di un certo livello, le persone possono ricorrere ad un secondo mutuo che può essere richiesto alle banche.

Posso chiedere un altro mutuo?

Quando si richiede un mutuo per l’acquisto di un immobile, le banche non concedono mai un importo che copre l’intero acquisto e se emergono delle spese impreviste l’unica strada percorribile è quella di richiedere un secondo mutuo.

Più che di secondo mutuo, però, si dovrebbe parlare di rifinanziamento del mutuo. Trattasi di un’operazione che permette di ottenere maggiore liquidità. Il rifinanziamento del mutuo, dunque, è la strada da seguire per poter disporre rapidamente dei soldi necessari a coprire l’imprevisto. Questa operazione, però, fa ripartire da zero l’iter della sottoscrizione del mutuo.

Il secondo mutuo viene anche spesso indicato come “mutuo integrativo” in quanto va ad integrare quello originale con maggiore liquidità. Ovviamente, le cifre che potranno essere richieste sono molto inferiore a quelle che normalmente si possono richiedere per i mutui per gli acquisti degli immobili.

Più nello specifico, l’importo massimo che si può richiedere è dato dalla differenza tra il valore dell’immobile e il valore dell’ipoteca già iscritta. Il risultato di questo calcolo costituirà anche il valore massimo di ipoteca di secondo grado ancora iscrivibile sull’immobile.

Se, dunque, per il primo mutuo l’ipoteca corrispondeva al 50% del valore della casa, il nuovo importo richiedibile ammonterà al massimo a quella cifra. Questi paletti non devono stupire visto che trattasi di investimenti caratterizzata da una minore garanzia.

Requisiti, pro e contro del secondo mutuo

Inoltre, i requisiti che la banca richiede per concedere un secondo mutuo sono ancora più stringenti e le possibilità di trattative sono molto limitate. La scelta migliore, comunque, è quella di rivolgersi sempre alla banca con cui si è acceso il primo mutuo visto che si ha già un rapporto in essere e che la banca dispone già di tutta la documentazione necessaria.

Da evidenziare che un secondo mutuo non permette di beneficiare dei benefici fiscali previsti per il mutuo prima casa. Nel caso si volesse, però, cambiare banca, diversi istituti finanziari prevedono soluzioni ad hoc per chi ha bisogno di un mutuo integrativo. In questi casi è bene sondare più istituiti finanziari per capire le loro proposte e farsi fare più preventivi per, eventualmente, trovare la soluzione più adatta alle proprie necessità.

Può essere anche indicato parlare con un commercialista per capire in anticipo quale sarà l’esborso complessivo delle rate a seguito del rifinanziamento.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.