Lavoratore atipico: tipi di mutuo e come richiederli

lavoratore atipico mutuo

Un lavoratore atipico può richiedere un mutuo? In molti si pongono questa domanda, quando si tratta di chiedere dei mutui per lavoratori a tempo determinato oppure quando si vuole chiedere un mutuo per giovani senza lavoro. In un mercato come quello attuale, molto dinamico e che presenta sempre più difficoltà a livello professionale, i contratti atipici rappresentano una quota significativa. Spesso i lavoratori atipici possono incontrare difficoltà nelle richieste di un finanziamento perché le banche a cui si rivolgono hanno bisogno di garanzie specifiche. Gli istituti di credito vogliono un reddito dimostrabile e stabile. Tuttavia esistono delle possibilità anche per i lavoratori atipici di ottenere i prestiti di cui hanno bisogno. Scopriamo com’è possibile.

Mutui per lavoratori atipici: le caratteristiche principali

Alcune banche sono disposte a concedere mutui ad un lavoratore con contratto atipico, nonostante questo possa andare incontro ad un rischio di insolvenza, in caso di interruzione della sua attività. Gli istituti di credito hanno elaborato dei mutui specifici, che hanno come caratteristica fondamentale l’inserimento di alcune opzioni utili a rimediare ai momenti di rischio.

Per esempio i lavoratori atipici hanno la possibilità con i contratti a loro riservati di saltare alcune rate e di pagarle dopo i termini previsti. Spesso però la banca, per ottenere le garanzie di cui ha bisogno, obbliga i mutuatari a stipulare un’assicurazione sul mutuo. I mutui per i lavoratori atipici, inoltre, hanno dei costi più elevati per quanto riguarda lo spread.

Non bisogna dimenticare che questo tipo di finanziamenti può presentare delle limitazioni sull’età, sulle finalità per cui viene richiesto il mutuo o sugli importi massimi che la banca mette a disposizione.

Riassumendo, generalmente un mutuo per lavoratori atipici presenta alcune tra le seguenti caratteristiche:

  • Possibilità di saltare una rata
  • Preammortamento fino a 5 o 10 anni
  • Possibilità di modifica dell’importo della rata
  • Spread più elevato

I requisiti spesso ritenuti necessari per contrarre questo genere di mutui, invece, si possono riassumere in:

  • Giovane età (massimo 35-40 anni)
  • Obbligatorietà di un’assicurazione sul mutuo
  • Importo richiesto relativamente contenuto

Mutuo per i lavoratori atipici: come richiederlo

Per richiedere un mutuo, se siamo lavoratori atipici, possiamo rivolgerci direttamente alle filiali di quegli istituti bancari che hanno pensato a delle soluzioni finanziarie apposite per questi casi. Bisogna però essere in possesso di alcuni determinati requisiti, che in generale le banche richiedono.

Occorre poter contare su una storicità lavorativa di almeno due anni e mezzo collocata nei tre anni precedenti all’erogazione della somma richiesta. Spesso il limite di età per la richiesta è pari a 35 anni. Come garanzia la banca può anche chiedere la firma di un familiare, il quale diventa obbligato a stipulare insieme al mutuatario un’assicurazione che può subentrare a restituire la somma di denaro in caso di perdita del posto di lavoro.

Quali banche concedono il mutuo per lavoratori atipici

Una delle prime banche che ha studiato delle soluzioni specifiche per il mutuo per i lavoratori atipici è Intesa SanPaolo. Essa propone il Domus Superflash per giovani fino a 35 anni. È anche possibile scegliere tra un tasso fisso e uno variabile.

Poi possiamo ricordare Unicredit, con il mutuo Progetto Lavoro, senza limiti di età e con una somma finanziabile da 50.000 a 200.000 euro.

Anche la Banca Popolare di Puglia e Basilicata offre soluzioni per i mutui per lavoratori atipici con età massima di 30 anni e una somma massima finanziata di 150.000 euro.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.