Mutui verdi, al via il progetto pilota

mutui verdi

Novità molto importanti in arrivo per i mutui. A partire dal prossimo giugno 2018, infatti, prenderà il via in tutta Europa, Italia inclusa, un progetto pilota sui così detti “mutui verdi”. Un progetto promosso dall’Energy efficient Mortgages Action Plan. Per il via del progetto pilota saranno stati analizzati anche tutti i risultati di una consultazione pubblica che è si è svolta sino allo scorso marzo che aveva il compito di recepire più feedback possibili per migliorare il progetto prima del via ufficiale alla sperimentazione.

Mutui verdi, cosa sono

L’obiettivo del progetto è quello di migliorare l’efficienza energetica degli immobili, sia quelli da comprare che da ristrutturare attraverso l’erogazione di mutui dedicati secondo uno standard preciso e bene definito da alcune direttive europee.

Rispetti ai classici mutui, i mutui verdi per l’efficienza energetica prevedono una serie di condizioni agevolate per tutti i cittadini europei che vogliono migliorare l’efficienza energetica della loro casa ma che non possono affrontare spese importanti. Il progetto voluto dall’Unione Europea coinvolge in primo luogo le banche che avranno un ruolo attivo nella difesa dell’ambiente e nella lotta ai cambiamenti climatici. Per i clienti questi mutui porteranno, invece, più di un beneficio. Oltre a migliorare la classificazione energetica dell’immobile con tutti i risvolti pratici del caso (minori consumi, bollette più leggere…), le ristrutturazioni permetteranno di aumentare il valore stesso dell’immobile.

I dettagli dei mutui verdi si conosceranno solamente una volta che il progetto pilota entrerà in vigore a giugno ma tra le ipotesi che erano circolate quella che riguardava la possibilità di poter abbassare i tassi una volta raggiunti gli obiettivi di efficienza energetica prefissati. Secondo una recente indagine, gli edifici sono responsabili di oltre un terzo del consumo dell’energia e della produzione del 33% di Co2. Riuscire a migliorare l’efficienza energetica significa ridurre i consumi e la produzione di Co2. Inoltre, si stima che una riqualificazione energetica permetta di aumentare il valore dell’immobile quanto 10-15 mq aggiuntivi. Una casa ristrutturata che passa dalla classe energetica E alla B, per esempio, può permettere risparmi sino a 24 mila euro nei 30 anni successivi.

Insomma, la ristrutturazione energetica consente molti vantaggi e per incentivare questa pratica, l’Unione Europea vuole fare in modo che i cittadini possano accedere a dei finanziamenti dedicati con specifiche agevolazioni per portare avanti progetti di ristrutturazione altrimenti impossibili da attuare.

In Italia, in particolare, con una buona fetta degli immobili di vecchissima generazione, i mutui verdi potrebbero rappresentare una ghiotta occasione per migliorare la qualità di queste abitazioni.

I dettagli, come detto, non sono ancora disponibili ma sicuramente le banche presto saranno in grado di spiegare i dettagli di questa forma di finanziamenti ai loro clienti interessati a migliorare l’efficienza energetica delle loro abitazioni.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968