Mutuo agrario: caratteristiche e proposte

mutuo agrario

Il mutuo agrario è una tipologia di finanziamento che si rivolge principalmente alle aziende e ai coltivatori diretti. Riguarda in particolare i settori dell’agricoltura e dell’allevamento. Le somme concesse dalle banche servono ad acquistare o a ristrutturare immobili o a comprare strumenti utilizzati nelle attività agricole. Con le somme ricevute si possono acquistare bestiame, macchinari, si possono effettuare miglioramenti nelle aziende agricole, si possono comprare intere aziende o terreni oppure possono essere impiegate per la ristrutturazione di stalle e magazzini. Vediamo come funziona questo tipo di mutuo.

 

Le tipologie

Il mutuo agrario può essere a medio termine o a lungo termine. Il secondo prevede una garanzia ipotecaria che può raggiungere anche il 200% dell’importo. Il mutuatario però ha la possibilità di detrarre fiscalmente gli interessi passivi e gli oneri accessori. C’è un altro tipo di mutuo agrario molto richiesto, che è quello per il fondo agrario gravato da vincoli. Di solito un finanziamento per questo tipo avviene più per un mutuo a breve termine.

 

I requisiti di accesso

Per richiedere il mutuo agrario bisogna essere un coltivatore diretto oppure avere un’azienda agricola. La durata del prestito e le rate da pagare dipendono dalla somma richiesta. Proprio in funzione dell’importo del finanziamento possono variare anche i tassi applicati. Si può scegliere un tasso di interesse fisso o uno variabile. Le rate vengono pagate ogni mese, ogni 3 mesi o ogni 6 mesi.

Di solito un mutuo agrario dura dai 6 ai 20 anni. I soggetti che hanno meno di 40 anni possono vedere il mutuo prolungato fino a 30 anni. Anche il mutuo agrario comporta un’ipoteca, di solito disposta sul terreno o su un immobile come garanzia. Naturalmente l’immobile ipotecato è quello che riguarda l’attività e non l’abitazione.

La somma richiesta viene versata sul conto corrente del soggetto che ha acceso il mutuo. Il cliente può decidere se utilizzarla tutta insieme o di tanto in tanto. Naturalmente le finalità sono sempre quelle per le quali si è richiesto il finanziamento.

 

I vantaggi del mutuo agrario

Con questo tipo di mutuo i richiedenti possono risparmiare sulle spese del notaio, almeno per quanto riguarda i finanziamenti a medio termine. Inoltre normalmente gli istituti di credito applicano interessi più bassi. Questo è possibile perché le banche fanno sottoscrivere delle cambiali agrarie, cioè dei titoli di credito che hanno un regime fiscale agevolato, visto che il bollo applicato è veramente minimo.

 

Le proposte di mutuo agrario

Gli istituti di credito propongono diverse offerte per il mutuo agrario. Vediamo alcuni esempi che ci possono chiarire le idee:

  • Mutuo agrario BNL – Ha una durata maggiore rispetto a quelli di molte altre banche, fino a 30 anni. Il cliente può scegliere tasso fisso o variabile e non si prevedono limiti per quanto riguarda l’importo finanziabile;
  • Mutuo agrario ipotecario Unicredit – Banca Unicredit propone il mutuo agrario ipotecario, che prevede una durata fino a 20 anni e offre una scelta variegata anche per quanto riguarda gli importi e il tipo di tasso;
  • Mutuo agrario Intesa SanPaolo – Questo tipo di mutuo offerto da Intesa SanPaolo può essere destinato anche all’acquisto di terreni agricoli. La durata è da 2 anni ad un massimo di 30 anni;
  • Mutuo agrario Banca Credito Cooperativo – La proposta si chiama mutuo Fondiario Agrario, che dura fino a 20 anni con l’applicazione del tasso fisso o variabile.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968