Mutuo integrativo: come funziona

mutuo integrativo

Il mutuo integrativo può essere una soluzione per quanti hanno bisogno di una somma accessoria, per disporre di una liquidità aggiuntiva a quella garantita dal mutuo principale che hanno attivato con la banca. Vari istituti bancari permettono di rifinanziare un mutuo, qualora si presenti la necessità di dover spendere altri soldi per sostenere delle spese particolarmente importanti. Ad esempio si può con questa soluzione aumentare un mutuo già esistente o accendere un secondo mutuo per la ristrutturazione di un immobile. Inoltre il mutuo integrativo può essere utilizzato anche come secondo mutuo per la seconda casa, se già abbiamo fatto ricorso ad un finanziamento per l’acquisto della prima abitazione. Ma vediamo quali sono le sue caratteristiche principali.

Come funziona il mutuo integrativo

Il mutuo integrativo si può chiamare anche più comunemente secondo mutuo o mutuo secondario. Serve ad integrare il mutuo originario con l’aggiunta di altra liquidità. Bisogna però ricordarsi che, a differenza di quanto accade con il primo mutuo, con il mutuo integrativo generalmente le banche sono disposte a concedere cifre più basse.

Per calcolare l’importo del mutuo integrativo, si opera una differenza tra il valore dell’immobile e il valore dell’ipoteca che già è stata iscritta quando si è stipulato il primo contratto di mutuo. In questo modo si può calcolare il valore massimo di un’ipoteca di secondo grado, che può essere iscritta anch’essa sull’immobile.

Gli importi più ridotti del mutuo integrativo rispetto al mutuo primario vanno spiegati anche sulla base del fatto che con il mutuo integrativo si hanno meno garanzie. Le banche in ogni caso tendono ad applicare dei criteri molto stretti per selezionare i clienti a cui concedere questo secondo finanziamento. Inoltre generalmente queste condizioni imposte dalla banca hanno un minor margine di trattabilità.

Potrebbe essere più utile a questo proposito rivolgersi alla banca con la quale si è già acceso il primo mutuo, tenendo conto del fatto che con il mutuo integrativo non si può beneficiare degli stessi interessi passivi previsti nel caso del mutuo per la prima casa.

Quali sono i vantaggi del mutuo integrativo

Il mutuo integrativo può essere particolarmente vantaggioso. Infatti in questo modo non soltanto si è in possesso di una maggiore liquidità, ma poiché ci si accorda per un mutuo nuovo si possono scegliere anche nuovi tassi di interesse e una durata differente rispetto al primo finanziamento.

Per quanto riguarda la percentuale di liquidità, le offerte sono molto diversificate, visto che le percentuali possono andare dal 10% al 100% in più rispetto al capitale residuo del mutuo originario. Ulteriori vantaggi potrebbero derivare dalla modalità di erogazione delle somme che la banca è disposta a concedere. Ad esempio, se viene chiesto un importo destinato alla ristrutturazione della casa, la banca potrebbe decidere di erogare i soldi in un’unica soluzione.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.