PIES mutui: in cosa consiste il prospetto informativo

pies mutui

PIES mutui: cos’è? Si tratta del cosiddetto Prospetto Informativo Europeo Standardizzato che deve essere consegnato al cliente quando si rivolge ad una banca per richiedere un finanziamento. Ad introdurlo è stato il decreto legislativo 76 del 2016, che ha stabilito l’importanza per il mutuatario di essere informato in maniera completa. In effetti, prima di stabilire un contratto di mutuo, si devono tenere in considerazione moltissimi fattori e si deve acquisire consapevolezza di ciò a cui si va incontro. Ecco quindi che il prospetto informativo PIES può essere molto importante da questo punto di vista.

In cosa consiste il modulo PIES

Il prospetto informativo europeo standardizzato riporta in maniera dettagliata moltissime informazioni. Quelle principali riguardano il TAEG, il valore che comprende molte voci che rientrano nel mutuo. Appartengono a questa categoria il tasso annuale, lo spread, le spese che ricorrono durante la validità del contratto di mutuo o che possono essere stabilite una tantum. Non sono comprese invece le spese da sostenere con il notaio.

Nel PIES viene contenuta anche una simulazione ben precisa, per comprendere in maniera esatta quanto il cliente spenderà complessivamente, quando richiederà un mutuo all’istituto di credito. In allegato al PIES anche il piano di ammortamento, per sapere i tempi di restituzione della somma ricevuta in prestito e le rate da pagare.

Il PIES, però, prende in considerazione anche le informazioni che riguardano il cliente. Infatti tiene conto del cosiddetto merito creditizio, un indice per mezzo del quale si classifica colui che richiede il mutuo. La validità del PIES è pari a 7 giorni. Infatti proprio questo periodo di tempo è concesso al cliente per leggere il documento piuttosto corposo e fare le sue valutazioni in merito.

PIES mutui: i punti contenuti nel prospetto

In generale ogni prospetto informativo europeo standardizzato deve contenere una suddivisione in 15 punti. Si inizia dalla descrizione del prodotto, dalle garanzie che vengono implicate, per poi passare alle modalità di rimborso. Il PIES deve specificare per quella determinata offerta di mutuo a quanto ammonta il tasso di interesse e se è variabile. In quest’ultimo caso deve indicare le modalità di variazione, comprensive anche di tetti massimi e minimi raggiungibili.

Deve indicare se il tasso variabile è indicizzato oppure no. Inoltre deve essere messo in evidenza il TAEG. Successivamente il PIES riporta informazioni sulla somma concessa, sulla valuta, sulla durata del contratto, sul numero dei pagamenti e sulla frequenza che ricorre per il pagamento delle rate. Di queste ultime deve essere indicato l’importo, che deve comprendere anche gli interessi.

Inoltre nel PIES sono specificate tutte le spese iniziali, come quelle amministrative, quelle d’istruttoria e quelle che si devono sostenere per la perizia tecnica della banca prevista nei casi in cui per esempio si acquista un immobile.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968