Carte di credito: Pinkey Smart, la carta senza Pin ma con impronta digitale

Se pensavate che le frontiere dei pagamenti elettronici si fermassero (per così dire) ai futuristici sistemi del pagamento con gli SmartPhone, forse questa nuova invenzione potrebbe stupirvi ancor di più. Soprattutto perché, per una volta tanto, non bisogna andare lontano per la sua ideazione, che è tutta italiana.

Sì, perché laddove si truffa di più, nascono anche le idee anti taroccamento. La carta delle meraviglie nasce infatti nientemeno che da un Bancomat clonato e dalla disavventura di un possessore di carta di credito che si è visto ammancare dei soldi sul proprio conto. Dalla necessità di tutelarsi dai furti di denaro e dai furti connessi di identità, ecco allora che la persona truffata, Fabrizio Borracci, si è ingegnato per trovare un sistema di pagamento elettronico sicuro. Oggi la sua ricerca lo ha portato ad essere il presidente di Card Tech, azienda di Udine che ha ideato la carta di credito con il sistema di rilevamento biometrico delle impronte digitali incorporato: Pinkey Smart.

LE IMPRONTE DIGITALI

Il sistema è un po’ quello alla Tenente Colombo, ma applicato alle nuove tecnologie elettroniche: l’impronta digitale è l’unica “password” o “codice” veramente non taroccabile. Unica per ciascun individuo, è ciò che di più esiste per attivare i servizi della carta. Se potete immaginare come potrebbe essere facile la vita senza PIN e codici vari da ricordare, allora potete cominciare ad intuire il potenziale di Pinkey Smart.

COME FUNZIONA PINKEY SMART

Pinkey Smart funziona grazie ad un sensore che è in grado di ricostruire l’impronta digitale del possessore della carta e la invia al chip per la verifica. E, per evitare che la carta sia attivata da riproduzioni artificiali, il sensore abbina all’impronta anche il calore umano. Il prototipo della carta biometrica è già ultimato e con un semplice aggiornamento del software dei circuiti telematici di bancomat e sportelli potrebbe già funzionare su tutta la rete. Oltretutto, la carta è già predisposta per funzionare con le tecnologie NFC e RFID per il pagamento su Mobile Phones e contactless.

Resta solo da vedere come questa invenzione tutta italiana verrà recepita dal mercato interno: pare che all’estero la carta sia già stata vista con favore e sia pronta per essere diffusa.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.