Credit manager: formazione e compiti

credit manager

Quella del credit manager può essere considerata una professione piuttosto nuova nel nostro Paese, mentre è già molto più diffusa da tempo nel Nord Europa e negli Stati Uniti. Le imprese si rivolgono al credit manager per gestire il credito commerciale. Quindi non si tratta più di un ruolo che ha il compito del recupero crediti, visto che questa figura ha anche competenze legali e amministrative. Soprattutto per le piccole imprese, riuscire a recuperare i crediti insoluti rappresenta un grande problema e un’esigenza fondamentale. Ecco perché le offerte di lavoro come credit manager sono sempre più in aumento anche in Italia. Aumenta la ricerca del credit manager, che offre possibilità importanti a quei giovani che hanno specifiche competenze di carattere finanziario.

Credit management: i compiti del credit manager

Il compito fondamentale del credit manager è quello di recuperare i crediti nel più breve tempo possibile. A volte si tratta di portare avanti una specifica contrattazione, per trovare un accordo con il debitore. La figura del credit specialist è quella che riesce a chiudere tutta la pratica in maniera soddisfacente, sia per l’impresa che per il cliente, e in modo da non arrivare a delle soluzioni che implicano l’intervento di un giudice.

Inoltre il credit manager deve controllare l’esposizione creditizia dell’azienda per cui lavora, deve rintracciare quante più informazioni possibili sulla solvibilità dei clienti, deve curare i rapporti con le banche e partecipare alla politica finanziaria dell’impresa, anche quando si tratta di concedere fidi ai clienti.

La sua figura diventa centrale quando si tratta di risolvere temporanee crisi di liquidità, che potrebbero mettere in difficoltà l’impresa. Se pensiamo che molte imprese ogni anno si trovano a dover recuperare anche il 55% dei loro affari, comprendiamo l’importanza di questa figura e il guadagno notevole che può realizzare e che si aggira dai 30.000 ai 50.000 euro lordi l’anno. Questo guadagno è disponibile per un credit manager non dirigente. Con più anni di esperienza si possono arrivare a ricoprire anche carichi direttivi, per arrivare a guadagnare tra i 60.000 e i 70.000 euro lordo all’anno.

I requisiti per diventare credit manager

Per diventare credit manager si deve essere laureati in materie giuridiche-economiche. Si devono conoscere più lingue straniere e i più innovativi strumenti di gestione, anche a livello informatico. Alcune università hanno determinati corsi di laurea con una specializzazione specifica per diventare credit manager.

Questa figura deve essere preparata sull’analisi di bilancio, sulle strutture organizzative aziendali, deve avere la capacità di valutare la situazione patrimoniale dei clienti e deve conoscere le leggi che riguardano i finanziamenti per i privati e per le imprese.

Deve possedere esperienza in tema di gestione di cassa e tesoreria e deve essere a conoscenza delle procedure di recupero crediti, per aprire delle pratiche anche a livello legale.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.