Dispensa dalla collazione: cos’è e quando è applicata

dispensa dalla collazione

Per comprendere cosa si intende con dispensa dalla collazione, bisogna esaminare preventivamente che cos’è, secondo il nostro codice civile, la collazione. Si tratta di un obbligo in base al quale alcuni soggetti che accettano l’eredità e che avevano ricevuto donazioni dalla stessa persona devono far confluire quanto hanno ricevuto nell’asse ereditario, per poi procedere ad un’equa suddivisione fra gli eredi. In base a questo principio si può spiegare cosa significa dispensa dalla collazione. Infatti essa si riferisce ad una autonomia che l’erede ha, secondo indicazione della persona defunta, di imputare il lascito sulla quota disponibile.

Donazione con dispensa dalla collazione: che cosa si intende

La dispensa dalla collazione ereditaria si può ottenere per volontà della persona che lascia in eredità qualcosa. Facciamo un esempio per chiarire meglio il concetto. Prendiamo la situazione in cui una persona abbia due figli. Mentre era in vita, il genitore ha donato a soltanto uno dei figli la somma di 40.000 euro. Tutto il patrimonio che va in eredità corrisponde a 50.000 euro.

Se il figlio che ha ricevuto la donazione non fosse dispensato dalla collazione, si andrebbe a fare una somma tra i 40.000 euro e i 50.000 euro, ottenendo 90.000 euro in totale, che dovrebbero dividersi tra i due figli in parti uguali, per 45.000 euro ciascuno. Tuttavia, senza dispensa dalla collazione, il primo figlio, avendo già ricevuto 40.000 euro, avrebbe diritto soltanto a 5.000 euro.

Quali donazioni sono escluse dalla collazione

Dobbiamo precisare che i soggetti tenuti alla collazione, secondo l’articolo 737 del Codice Civile, comprendono i figli, i loro discendenti e il coniuge. Le donazioni che vengono escluse dalla collazione sono costituite, per esempio, dalle spese di mantenimento e di educazione, dalle spese sostenute in caso di malattie.

Inoltre vengono escluse dalla collazione anche i costi che si sostengono in maniera ordinaria per l’abbigliamento, per il matrimonio o le spese che vengono sostenute secondo la conformità degli usi vigenti nella società, per esempio i regali di Natale o quelli che si fanno per il compleanno.

Potrebbero rientrare nella collazione, invece, le spese per il corredo nuziale e quelle per l’istruzione artistica o professionale. Queste potrebbero rientrarvi soltanto se eccedono di molto la misura ordinaria, tenendo conto anche delle condizioni economiche del donante.

Dispensa dalla collazione: cosa succede se si supera la quota disponibile

Sempre secondo l’articolo 737 del Codice Civile, che regola la dispensa dalla collazione, è previsto che la dispensa non produce il suo effetto se non si rientra nei limiti della quota disponibile. Tutto ciò significa che, se una donazione eccede il limite disponibile, la dispensa viene applicata soltanto alla parte che non supera la soglia. La parte che rimane invece rientra nella donazione senza dispensa.

Accade quindi che la porzione che eccede viene messa a disposizione ai coeredi che possono dividerla fra di loro. Per fare questo non è necessario presentare alcuna domanda, perché tutto il processo avviene in maniera automatica. È ammessa la dispensa tacita dalla collazione, che si esprime attraverso una manifestazione tacita di volontà.

 

 

Immagine: Ken Mayer via Flickr

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.