Financial advisor: compiti e competenze

financial advisor

La figura del financial advisor è quella del consulente finanziario, un ruolo molto importante in ambito economico. Esso infatti implica l’operato di una figura che comprende una visione ampia degli argomenti finanziari, tra i quali vanno annoverati anche gli investimenti e la consulenza. Si rivolgono al financial advisor quei clienti che hanno bisogno dei consigli giusti per prendere decisioni su un piano finanziario che ha l’obiettivo di farle arrivare a determinati traguardi con successo. Si tratta di professionisti che possono decidere di svolgere un’attività autonoma o che possono farsi assumere dalle istituzioni finanziarie, come ad esempio le banche o il settore finanziario di grandi aziende. Ma vediamo quali sono le loro principali competenze e responsabilità.

Financial advisor: cosa fa un consulente finanziario

Durante la sua attività quotidiana, un consulente finanziario ha diversi compiti, tutti connessi con il ruolo che occupa anche all’interno di grandi aziende che richiedono il suo operato. Il financial advisor si occupa della pianificazione finanziaria e della gestione del portafoglio dei clienti. Monitora i trend di mercato ed elabora, a seconda dei dati rilevati, delle adeguate strategie finanziarie.

È impegnato nel realizzare acquisti o vendite di prodotti di investimento. Fornisce consulenza in tema di investimenti, contatta i clienti per organizzare incontri di consulenza ed esegue report finanziari sulla base della documentazione informatizzata che ha raccolto nei suoi database.

Tutte queste attività sono retribuite generalmente in maniera efficace. Basti pensare in questo senso che lo stipendio medio per un consulente finanziario corrisponde a più di 57.000 euro l’anno. Per questo ruolo gli stipendi minimi partono da 40.000 euro e i professionisti con più anni di esperienza possono arrivare a guadagnare fino a 80.000 euro all’anno.

Financial advisor: le competenze richieste

Alcune delle competenze maggiormente richieste per diventare consulente finanziario sono rappresentate dalle capacità organizzative e gestionali. Un buon financial advisor deve riuscire ad essere multitasking, dinamico e a pianificare le sue attività tenendo conto delle esigenze di ottimizzazione dei tempi.

Inoltre deve possedere delle ottime abilità amministrative ed essere abile nella comunicazione e nei rapporti interpersonali. Per svolgere questo lavoro è essenziale comunicare e interagire in modo chiaro con i clienti. Bisogna agire con trasparenza, tenendo informati i clienti sulle proprie decisioni e sulle operazioni eseguite.

È richiesta una certa discrezione, utile nell’affrontare situazioni che potrebbero rivelarsi difficili. È essenziale essere dotati di capacità di collaborazione. Non dimentichiamo che un buon financial advisor deve essere dotato anche di capacità di analisi e di risoluzione dei problemi.

Per raggiungere questo obiettivo deve pensare in modo strategico e deve essere capace di identificare e risolvere i problemi con una certa tempestività. Un’altra competenza molto importante è quella dell’analizzare efficacemente i dati numerici, per trarre delle conclusioni logiche e ragionevoli. Inoltre bisogna essere flessibili e possedere una forte motivazione, anche nell’essere orientati verso il successo.

 

 

Ti potrebbe interessare anche:
Credit Manager: chi è che ruolo svolge

 

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968