Fondo antiusura del Governo italiano: requisiti di accesso

fondo antiusura requisiti

 

Il fondo antiusura è molto importante per coloro che hanno il coraggio di denunciare gli usurai. Consiste in diversi interventi da parte dello Stato rientranti nella legge 44 del 23 febbraio 1999, in cui rientrano anche le vittime di usura bancaria (legge 108/96). Ma cos’è di preciso e soprattutto a chi è rivolto? Il fondo si prefigge l’obiettivo di concedere dei mutui senza interesse di durata non superiore a 5 anni. Questi mutui sono erogati specialmente a favore di imprenditori, commercianti, professionisti, artigiani o coloro che esercitano attività economica e che hanno dichiarato di essere vittime di usura. Spesso queste persone risultano come parti offese nell’ambito di procedimenti penali riguardanti proprio il fenomeno dell’usura.

Requisiti per accedere al fondo antiusura

I requisiti per l’accesso al fondo antiusura sono costituiti dall’inclusione in alcune categorie, ovvero:

  • Vittime di estorsione – si tratta di tutti coloro che esercitano un’attività imprenditoriale, commerciale o economica in generale e che sono stati danneggiati da attività estorsiva. Rientrano in questa categoria anche il Consiglio Nazionale degli Ordini Professionali o le associazioni nazionali rappresentate dal CNL;
  • Usura – possono accedere alla domanda per ottenere i benefici della legge antiusura anche coloro che esercitano attività imprenditoriale, commerciale, economica in generale o una libera professione e che risultano danneggiati dal reato di usura.

I tempi per chiedere l’accesso

Le imprese o le famiglie che sono state danneggiate da attività estorsiva o usuraia possono chiedere l’accesso al fondo antiusura e quindi ai benefici concessi dalla legge:

  • Nel caso di estorsione entro 120 giorni dalla denuncia o dalla data in cui si apprende che il soggetto è stato danneggiato per finalità estorsive. Nel caso specifico dell’intimidazione ambientale, la domanda può essere presentata entro il termine di un anno da quando sono cominciate ad arrivare le richieste estorsive, le violenze o le minacce;
  • Nel caso di usura entro 180 giorni dalla data della denuncia o dalla data in cui la persona offesa ha avuto notizia dell’inizio delle indagini preliminari.

A chi rivolgersi

Se si è vittime di estorsione o di usura e si vuole accedere al fondo del Governo italiano, bisogna rivolgersi ad alcune istituzioni in particolare:

  • Prefettura – è sempre presente un referente che si occupa dell’argomento e che fornisce tutte le informazioni di cui le vittime hanno bisogno, anche per quanto riguarda la preparazione della domanda;
  • Associazioni anti racket – molto importante è la loro funzione per operare un accordo tra le vittime e le istituzioni, per dare sostegno a chi è vittima di estorsione e per garantire la sicurezza da rischi di rappresaglie;
  • Fondazioni anti usura – si tratta di fondazioni appositamente riconosciute dal Ministero del Tesoro. Svolgono azioni di solidarietà e di assistenza anche presso le banche, garantendo delle modalità più facili di accesso al credito;
  • Confidi – si tratta di società cooperative a responsabilità limitata o di società consortili tra piccole imprese. Aiutano i piccoli imprenditori ad aumentare la loro forza contrattuale soprattutto nei rapporti con il mondo dei creditori. I confidi coinvolgono solitamente imprese che appartengono ad uno stesso settore o che sono collocate in una stessa area geografica. Sono iscritti all’elenco generale presso l’Ufficio Italiano Cambi. Rilasciano garanzie, aiutano gli imprenditori ad avere credito a minore costo, creando delle condizioni più vantaggiose tramite le convenzioni con le banche e forniscono alle imprese delle consulenze per gestire meglio le risorse economiche.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.