Interessi debitori: cosa sono e quando si applicano

interessi debitori

Gli interessi debitori sono, sostanzialmente, gli interessi che insorgono nel momento in cui il conto va in rosso o se si utilizza un fido. I conti deposito e le carte ricaricabili non possono andare in rosso e quindi gli interessi debitori riguardano essenzialmente solamente i conti correnti. Ecco perché quando si apre un conto corrente è sempre bene prestare molta attenzione ai dettagli del contratto e capire con precisione a quali oneri si va in contro nel caso il conto, per mille motivi, vada in rosso.

Interessi debitori: come funzionano

Gli eventuali interessi debitori sono calcolati ogni 31 dicembre e i clienti hanno tempo sino al primo marzo per pagarli. Previa autorizzazione, il pagamento può avvenire anche attraverso l’addebito diretto sul conto corrente. Dal marzo del 2017 è entrata in vigore infatti una nuova norma che prevede che le banche prelevino direttamente dal conto gli interessi negativi maturati sino a quel momento.

La maggior parte delle banche ha avvisato i clienti invitandoli a firmare questa autorizzazione ma questo iter ha avuto alcuni problemi, in quanto c’è stato l’intervento dell’Antitrust per bloccare la tendenza di alcuni istituti finanziari a far pensare che la firma fosse un atto obbligato per saldare gli interessi passivi.

In caso di mancanza di autorizzazione, il pagamento degli interessi debitori si può effettuare tramite bonifico bancario. L’eventuale autorizzazione concessa può essere revocata in ogni momento.

Nel caso non sia possibile pagare gli interessi debitori, i clienti dovranno pagare anche gli interessi di mora. Nei casi più gravi di insolvenza, i clienti possono essere segnalati alla Centrale dei Rischi come cattivi pagatori. Azione che porta a conseguenze problematiche per le persone visto che questa segnalazione, sino a che non viene cancellata, pregiudica la possibilità di accedere ai finanziamenti.

Ecco perché è sempre bene prestare attenzione alla movimentazione dei conti correnti ed alle condizioni sull’utilizzo dei conti correnti inserite nei contratti stipulati con le banche.

Gli interessi debitori sono negli ultimi anni venuti alla ribalta anche a seguito di alcuni casi spiacevoli di anatocismo bancario. Trattasi di un fenomeno che avviene quando vengono prodotti e calcolati interessi su interessi, pratica vietata nel 2014. Dall’ottobre del 2016 è entrata in vigore una nuova disciplina che ribadisce il divieto delle banche di calcolare gli interessi sugli interessi debitori. Norma che si estende anche alle carte revolving, ai mutui ed ai prestiti.

La gestione di un conto corrente, dunque, deve essere fatta in maniera molto attenta, soprattutto da chi effettua molte transazioni e non controlla i saldi ed i movimenti. Andare in rosso, infatti, potrebbe costare molto e se la posizione non viene saldata correttamente le conseguenze per i clienti possono essere ancora più spiacevoli.

Prima di aderire ad una qualche offerta di una banca per i nuovi correntisti, è quindi sempre buona prassi confrontare tutte le condizioni contrattuali del conto corrente, compresi gli eventuali interessi debitori.


Immagine: Marco Verch via flickr

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.