Ipoteca volontaria, legale e giudiziale: le differenze

ipoteca volontaria

L’ipoteca ha una definizione ben precisa. Si intende un diritto di pegno su beni immobili. Essa risulta essere una garanzia molto importante nei casi di finanziamento a lungo termine da parte delle banche e nel caso di acquisto o di recupero di un immobile. Esistono però diverse tipologie di ipoteca a seconda del caso specifico: cerchiamo di capire quali sono e che differenze intercorrono tra l’ipoteca volontaria, quella legale e quella giudiziale

Caratteristiche e natura dell’ipoteca

L’ipoteca prevede delle caratteristiche ben precise. Innanzitutto, gli oggetti dell’ipoteca possono essere solo diritti intavolabili o una parte di essi. Un’ipoteca si può estendere anche agli accessori di un bene immobile, all’accessione o ai successivi miglioramenti del bene. Sono oggetto dell’ipoteca anche il diritto di usufrutto e di superficie, oltre agli autoveicoli, agli aeromobili e le navi (art. 2810 codice civile).

  • L’ipoteca è un diritto reale. Questo significa che se il credito non viene soddisfatto, il creditore ipotecario può rifarsi sul bene oggetto dell’ipoteca.
  • L’ipoteca ha anche natura accessoria. Questo significa che può esistere solo in relazione ad un credito vantato.
  • Inoltre, l’ipoteca è anche indivisibile. Dunque, esiste per intero sopra i beni vincolati e sopra ogni parte di essi. I beni ipotecati devono essere indicati in maniera precisa e l’ipoteca può essere concessa solo dietro ad una somma predefinita di denaro.
  • L’ipoteca, infine, viene costituita solo a seguito dell’iscrizione dei registri immobiliari. A seguito di questo atto, l’immobile fungerà da garanzia, indipendentemente dal suo proprietario.

Ipoteca volontaria, legale e giudiziale

Esistono tre tipi di ipoteca: legale, giudiziale e volontaria.

L’ipoteca legale è regolamentata dall’art 2817 del codice civile. Utilizzata molto di rado, si relaziona con i casi in cui il venditore non ha ricevuto l’intero prezzo del bene venduto. Si attua anche nei casi in cui i coeredi, a seguito dell’atto di divisione, lascino pagamenti di conguaglio in sospeso. In tutti questi casi, l’ipoteca legale viene iscritta spontaneamente dal Conservatore di registri Immobiliari a meno che il beneficiario della tutela non dichiari espressamente di rinunciarvi.

L’ipoteca giudiziale, come fa ben intuire il nome, è decretata da un giudice a seguito della richiesta di un creditore insoddisfatto. All’origine del decreto del giudice un qualche debito, anche di modesto importo. Teoricamente può bastare anche una fattura non saldata a cui sia seguito un provvedimento giudiziale di condanna del debitore a provocare l’iscrizione dell’ipoteca giudiziale.

Infine, l’ipoteca volontaria. Trattasi della forma più diffusa di ipoteca ed è iscritta volontariamente per essere utilizzata come forma di garanzia per un debito. Trattasi dell’ipoteca che si iscrive normalmente al momento della costituzione di un mutuo. Se il bene dato in garanzia è cointestato, ciascuno dei proprietari avrà la facoltà di iscrizione per la frazione di sua competenza.

Riassumiamo quanto detto nella tabella per maggiore chiarezza.

Ipoteca legale Ipoteca giudiziale Ipoteca volontaria
Sottoscrittore dell’ipoteca Conservatore dei Registri Immobiliari Giudice Proprietario del bene immobile
Motivo dell’iscrizione dell’ipoteca
  • Mancata ricezione dell’intera somma
  • Spese non totalmente espletate da parte dei coeredi
Debiti (anche di modesta entità) Garanzia per finanziamenti a lungo termine (mutui)

 

 

Sullo stesso argomento:

-> Differenza tra pegno e ipoteca

-> I gradi dell’ipoteca

-> Anticresi: definizione e differenze con l’ipoteca

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.