L’Arbitro Bancario Finanziario, la figura di riferimento per le controversie con la banca

Fino a poco tempo fa in caso di controversie con la banca l’utente era pressoché solo. Ne sa qualcosa chi ha mai avuto qualche discussione allo sportello e raramente si è visto riconoscere un proprio diritto o si è visto chiarificare il misunderstanding. Se poi la controversia restava irrisolta (ovviamente a svantaggio del cliente), ci si poteva rivolgere tutt’al più all’ombudsman bancario, che però – per l’appunto – essendo un dipendente della banca – non poteva garantire dei giudizi imparziali, ma semmai tentare di placare le ire del cliente.
Oggi non è più così, grazie a un intervento della Banca d’Italia che ha accolto la necessità dei clienti delle banche di avere un giudizio imparziale e vincolante nelle controversie con l’istituto. E’ stata così istituita la figura dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF).

L’Arbitro Bancario Finanziario
L’Arbitro Bancario Finanziario è una figura di riferimento per la risoluzioni delle liti tra i clienti e le banche e gli altri intermediari di operazioni e servizi bancari e finanziari. Questo sistema viene definito “stragiudiziale” perché offre un’alternativa al ricorso al giudice in un tribunale, e costituisce una soluzione più semplice, rapida ed economica. Tuttavia, l’ABF non va confuso con la conciliazione o l’arbitrato: si tratta in un nuovo metodo che si aggiunge ai due precedentemente citati. Le decisioni prese in sede di ABF non sono vincolanti come quelle di un tribunale, ma se non vengono rispettate l’inadempimento viene reso pubblico, gravando così sulla credibilità dell’Istituto di credito o dell’intermediario.

Quando si può fare ricorso all’ABF
Ci si può rivolgere all’Arbitro solo dopo aver tentato la risoluzione del problema direttamente con la banca o l’intermediario, ovvero dopo aver presentato un reclamo. Se neanche la decisione dell’ABF è soddisfacente, il cliente può sempre rivolgersi al giudice in un tribunale.

Per maggiori informazioni: http://www.arbitrobancariofinanziario.it

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.