Mediatori creditizi: quando conviene rivolgersi a loro

mediatori creditizi

Con la liberalizzazione concorrenziale ed economica, anche il mercato finanziario si è aperto a nuove figure che operano al suo interno. Questo, in aggiunta alle offerte sempre più variegate delle banche e delle finanziarie che offrono pacchetti di tutti i tipi, ha generato caos tra i consumatori che si sono trovati spaesati dinnanzi alla moltitudine di proposte. Tra le nuove figure che operano all’interno del mercato finanziario ci sono i mediatori creditizi.

Mediatori creditizi: chi sono

Trattasi di intermediari che attraverso la loro attività di consulenza mettono in relazione le banche con i clienti per la concessione di mutui o prestiti di qualsiasi forma. Queste figure non devono essere confuse con gli agenti in attività finanziaria che concludono direttamente contratti relativi a pacchetti finanziari su mandato delle banche o delle finanziarie. Il mediatore creditizio, infatti, non lavora in esclusiva per una banca ed è una figura indipendente che consiglierà al consumatore un ventaglio di proposte di più banche o intermediari finanziari.

Per svolgere questa professione le persone devono superare un esame specifico e dovranno poi iscriversi ad un registro gestito dall’Organismo degli agenti e dei mediatori.

Mediatori creditizi: quando rivolgersi a loro

Solitamente ci si rivolge a questa figura in caso di “mutui difficili”, cioè finanziamenti che le banche tenderebbero a non voler erogare. Sebbene rivolgersi a questa figura professionale prevede dei costi, per molti soggetti trattasi dell’ultima spiaggia per poter tentare di ottenere un prestito da una banca o da una finanziaria.

Infatti, i mediatori creditizi solitamente dispongono di molteplici contatti con banche e finanziarie e questo per il cliente può portare a diversi vantaggi. Questa figura professionale conosce molto bene le logiche utilizzate per valutare il merito creditizio delle persone, e quindi saprà meglio indirizzare i potenziali clienti verso un’offerta specifica che potrebbe essere più facilmente accordata, soprattutto se le persone non dispongo di molte garanzie o se risultano dei cattivi pagatori.

Inoltre, il mediatore creditizio segue il cliente sino alla firma del contratto di mutuo e questo significa che il consumatore potrà contare su questa figura tutto lungo l’iter della procedura per ottenere il finanziamento. Un dettaglio utile che potrebbe permettere di risolvere velocemente tutte le eventuali criticità che potrebbero emergere.

Il mediatore creditizio è una figura particolarmente onerosa ma nei “mutui difficili” può essere davvero l’unica strada percorribile. In ogni caso, è importante scegliere il professionista giusto, con lunga esperienza e che abbia diverse convenzioni con banche e società finanziarie e non sul primo individuato. Il professionista giusto, infatti, offre maggiori garanzie non solo di successo ma di affidabilità.

Proprio per questo, in caso di necessità, è bene individuare una rosa di mediatori creditizi e richiedere loro un colloquio per un preventivo e per sondare le loro competenze. Da sottolineare che il mediatore non prende alcun anticipo e richiede l’onorario solamente dopo la stipula del contratto di mutuo con la banca.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968