Moratoria ABI 2018: le proroghe

moratoria abi

Buone notizie per tutte le famiglie italiane alle prese con la restituzione di un debito. L’ABI ha prorogato l’accordo con le associazioni delle imprese e dei consumatori sino al 31 luglio 2018 che permette di sospendere il pagamento della quota capitale delle rate e di allungare i finanziamenti. Questa importante novità rappresenta una boccata d’ossigeno non solo per le famiglie ma anche per le molteplici PMI italiane.

Moratoria 2018: novità e proroghe

Dello strumento della moratoria possono beneficiare, infatti, non solo le famiglie ma anche le imprese in difficoltà economica che al momento della domanda non abbiano situazioni di debito classificate come sofferenze e che non presentino insolvenze o esposizioni scadute da oltre 90 giorni in riferimento ai finanziamenti in essere dal 31 marzo del 2015.

Secondo l’ABI, cioè l’Associazione bancaria italiana, questo strumento di moratoria della durata di 12 mesi ha interessato sino ad ottobre 2017 oltre 16.600 famiglie italiani che hanno potuto sospendere il pagamento delle rate per un controvalore di 475 milioni di euro. La maggior liquidità che le famiglie hanno potuto sfruttare è stata pari a 118 milioni di euro.

Secondo l’ABI, per quanto riguarda le operazioni di finanziamento al consumo, le richieste sono arrivate maggiormente dal Sud e dalle isole. Per quanto riguarda i mutui, le domande di moratoria sono arrivate principalmente dal Nord Italia.

Per quanto concerne il mondo dell’impresa. La maggior parte delle domande sono arrivate dal comparto del Commercio e dell’alberghiero. A seguire il settore dell’edilizia e opere pubbliche e poi da quello dell’Industria. Sino al novembre del 2017 sono state oltre 17.787 le domane accolte per la sospensione del pagamento delle rate per un controvalore di 5,1 miliardi di euro. La liquidità messa a disposizione alle PMI è stata di 656 milioni di euro.

Sul fronte dell’allungamento dei piani di ammortamento, le statistiche affermano che sono state accolte 8.202 domande, pari a 1,6 miliardi di euro di debito residuo.

Gli accordi che hanno permesso di estendere la moratoria al 2018 alle famiglie sono stati possibili grazie alle collaborazioni con Alleanza delle Cooperative Italiane (Agci, Confcooperative Legacoop), Cia, Claai, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confedilizia, Confetra, Confimi Industria, Confindustria, Rete Imprese Italia (Cna, Confartigianato, Confersercenti, Confcommercio, Casartigiani).

Lo strumento della moratoria per i prestiti ed i mutui è molto importante soprattutto in un periodo di turbolenza economica come quello attuale. Grazie alla possibilità di poter sospendere momentaneamente il pagamento della quota capitale di un finanziamento e di poter allungare i tempi di restituzione di un prestito, sia le famiglie che le imprese possono affrontare con maggiore facilità eventuali piccoli momenti di difficoltà economica.

I dati diffusi dall’ABI sull’utilizzo massiccio di questo strumento mettono ben in evidenza la sua importanza per il tessuto economico italiano.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968