Mutui, il 23% delle domande arriva da giovani con età inferiore a 30 anni

In base ad un’analisi effettuata da Mutui.it e Facile.it, il 23% delle domande  per acquisto della prima casa arriva da giovani con età inferiore a 30 anni.

“Bamboccioni” o costrizione? Vivere sulle spalle dei propri genitori quando, per età anagrafica, si potrebbe creare una solida autonomia non è certamente la volontà di molti giovani italiani. Purtroppo, ancora oggi, siamo qui a parlare di un sistema ‘concentrato’ sulla crisi, causa assoluta dell’attuale situazione economica del nostro Paese.

«Il fatto che ben il 23% delle domande di mutuo prima casa sia compilato da persone di età compresa tra 18 e 30 anni – spiega Lorenzo Bacca, responsabile business unit mutui dell’azienda – testimonia come, nonostante la crisi, permanga la voglia di indipendenza dei giovani italiani, ma che questi paghino più di altri gli effetti della contrazione del credito. Quando le banche devono scegliere a chi offrire un finanziamento non guardano unicamente alla solidità professionale ed economica, ma anche alla storia creditizia che ai giovani, per forza di cose, manca.»

«I motivi dei rifiuti da parte delle banche – continua Bacca – sono sempre gli stessi: la mancanza di contratti di lavoro stabili, l’assenza di un garante o un cointestatario valido e l’indisponibilità di un profilo creditizio affidabile. La conseguenza peggiore di questo stallo è aver privato un’intera generazione di quel “risparmio forzoso” che è il mutuo, da sempre un punto di forza delle famiglie italiane.»

Se solo il 37% dei giovani con età inferiore a 30 anni è riuscito ad ottenere un mutuo è perché sono stati aiutati da un genitore.

 

 

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968