Mutui: l’origine della crisi americana

C’è una grossa differenza tra la crisi economica Europea e quella Americana: la seconda deriva direttamente dalla bolla edilizia che ha gonfiato i prezzi delle case, fatto aumentare sproporzionatamente il valore dei mutui ed infine ha lasciato dietro di sé schiere di insolvenze da parte di quelle persone che non si sono più potute permettere di pagare il mutuo per la propria abitazione. Oggi a ribadire le dinamiche della crisi che ancora non ci lascia è il professore di economia all’Università di Harvard, Kenneth Rogoff, intervistato da Il Sole 24 Ore: quella americana ”e’ la crisi dell’edilizia abitativa e dei mutui che hanno gonfiato la finanza e alla fine sono esplosi. In Europa il dato peculiare e’ la crisi del debito pubblico incominciata in tre piccoli Paesi, con cause diverse, e poi estesa anche ad altri, Spagna e Italia per primi. Ma anche gli Stati Uniti sono arrivati a un problema di debito pubblico”.

LA CRISI DEI MUTUI

Secondo il professore, ”l’errore centrale fatto da Washington” è stato proprio il non saper affrontare per tempo la crisi dei mutui. ”I Tea Party hanno dato un contributo a questo, dicendo che era ingiusto aiutare chi si era comperato con il mutuo facile una casa sproporzionata al reddito. Ma l’errore dell’amministrazione Obama e’ stato grave. La credibilita’ di esecutivo e Congresso e’ stata poi pesantemente indebolita dal negoziato sul debito, che ha dato la sensazione che nessuno controlli gli eventi, a Washington. Al tutto si e’ aggiunta Standard & Poor’s”.

L’agenzia di rating, lo ricordiamo, ha recentemente deciso il downgrading degli Stati Uniti, provocando un’ondata di preoccupazione in Cina, che ha richiesto immediatamente il saldo delle insolvenze. La Cina è infatti attualmente il principale creditore (essendo investitore) degli Stati Uniti.

LE PREVISIONI SULLA CRISI

”I dati raccolti indicano in sei-sette anni la durata storica di una crisi della portata di quella attuale – conclude Rogoff -. Poiché siamo al quarto anno”, la crisi durera’ ”ancora due, forse tre” anni. Negli Stati Uniti, naturalmente… in Europa potrebbe durare anche di più.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968