Il piano di ammortamento italiano nei mutui

ammortamento italiano

Quando si devono affrontare investimenti importanti si ricorre molto spesso al mutuo per ottenere la liquidità necessaria per sostenere le spese. Una delle caratteristiche principali di un mutuo è la dilazione concessa nella restituzione del capitale prestato dal mutuante (banca o finanziaria) al mutuatario. La restituzione della somma avviene secondo i termini fissati dalle parti all’interno del contratto del mutuo. La totalità di questi accordi si chiama piano di ammortamento.

Con il termine di ammortamento si fa riferimento al processo di estinzione graduale del mutuo mediante un piano che prevede precise modalità di restituzione delle somme prestate comprensive degli interessi.

Chi ha sottoscritto un mutuo, ogni mese deve corrispondere alla banca o alla finanziaria una precisa somma di denaro. Iter che si concluderà solamente quando il rimborso di quanto prestato sarà completo. Calcolare in anticipo il piano di ammortamento è importante per capire la propria capacità di rimborso e per valutare con precisione il budget da poter spendere per non trovarsi in affanno e rischiare di diventare insolventi. Ovviamente, questo calcolo può essere fatto solamente con i mutui a tasso fisso. I mutui a tasso variabile, per forza di cose, non possono essere calcolati in quanto non è dato di sapere come varierà il tasso futuro applicato alle varie rate.

Le banche o le finanziarie possono proporre al cliente vari tipi di piani di ammortamento. Solitamente sono proposti i piani a rate costanti (ammortamento alla francese), a rate crescenti, a rate decrescenti (ammortamento all’italiana), a rate variabili ed a rimborso libero.

Solitamente, le banche tendono ad applicare il piano di ammortamento a rate costanti, cioè il piano di ammortamento alla francese che prevede, solo nei mutui a tasso fisso, una rata costante per tutta la durata del mutuo. Per i finanziamenti ai più giovani le banche possono proporre di applicare il metodo di ammortamento a rate crescenti che sono più basse all’inizio ma che tendono a salire mano a mano che il debito viene rimborsato.

Piano di ammortamento italiano: come funziona

Tra i piani di ammortamento disponibili c’è anche quello “italiano”. Il nome non è una garanzia della sua applicabilità nei mutui contratti in Italia in quanto, come detto, solitamente le banche prediligono il piano di ammortamento alla francese a rate costanti.

Il piano di ammortamento all’italiana prevede rate decrescenti, composte da quote di capitale costanti e quote di interessi decrescenti. Un piano di ammortamento che risulta, dunque, anche molto semplice da calcolare, ovviamente sempre all’interno di mutui a tasso fisso. Il vantaggio del piano all’italiana e che le rate saranno meno opprimenti mano a mano che il rimborso procederà. Lo svantaggio, invece, è che le prime rate saranno mediamente più alte rispetto, però, esempio, ad un piano di ammortamento alla francese.

Un piano indicato prevalentemente per chi può disporre subito di entrate finanziarie fisse ed importanti e che non ha paura di dover pagare le prime rate un po’ più pesanti. Le banche, come detto, tendono a non voler applicare questo piano di ammortamento più che altro perché meno conveniente per loro visto che con il tempo le quote di interessi e quindi il loro guadagno, si riducono.

Prima di contrarre un mutuo, dunque, è sempre bene parlare con più banche per trovare il pacchetto finanziario più adatto alle proprie esigenze e studiare con attenzione tutti i dettagli economici che saranno proposti.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968