Mutuo ponte: vantaggi e svantaggi

mutuo ponte

Tra le forme di mutuo che stanno emergendo negli ultimi anni vi è il cosiddetto “mutuo ponte”, pensato per chi già possiede una casa ed intende venderla per acquistarne una nuova. Trattasi di uno speciale finanziamento che rientra nella categoria dei mutui a breve termine – visto che solitamente le tempistiche di rimborso non superano i 24 mesi. Ma vediamo in maniera più approfondita in cosa consiste il cosiddetto “mutuo cambio casa”.

Mutui ponte: come funzionano e i vantaggi

Queste forme di mutuo possono essere concesse a quelle persone che dimostrano di voler vendere la loro casa per acquistarne una nuova in cui risiedere. Grazie alle novità introdotte nel 2016, poi, non parliamo più di mutui per l’acquisto di una seconda casa, in quanto la volontà è quella di rimanere proprietari di un solo immobile all’interno del quale si risiederà. Ciò implica la possibilità di usufruire dei costi agevolati e delle detrazioni specifici per l’acquisto della prima casa – un vantaggio da non sottovalutare.

In breve, i mutui ponte servono alle persone per avere la liquidità necessaria per poter acquistare il nuovo immobile mentre attendono di riuscire a vedere la loro vecchia prima casa. Ecco perché la durata è molto bassa: non appena la vecchia abitazione sarà venduta, le persone potranno estinguere immediatamente il mutuo ponte.

Richiedere un mutuo cambio casa: i requisiti

Per poter accendere un mutuo di questo tipo è necessario disporre di alcuni documenti, in particolare:

  • L’atto di acquisto della casa presso cui si risulterà residenti
  • La dichiarazione di messa in vendita dell’immobile di cui si è già intestatari.

I mutui ponte sono una soluzione molto interessante in questi scenari, in quanto i richiedenti dovranno rimborsare solamente gli interessi, dato che il capitale sarà pagato con i soldi provenienti dalla vendita del vecchio immobile.

Gli svantaggi del mutuo ponte

Il mutuo cambio casa, insomma, è una soluzione che permette di aiutare il mercato immobiliare a sbloccarsi, dando alle persone più strumenti per poter acquistare una nuova casa. Tuttavia, sebbene questa forma di mutuo possa risultare conveniente e vantaggiosa in questi specifici scenari descritti, essa mostra anche una limitazione importante.

Prima di accendere un mutuo ponte bisogna avere la sicurezza di riuscire a vendere in tempo la vecchia casa. Nel caso, infatti, dovessero sorgere problemi nella vendita e non si riuscisse a rimborsare la banca nel breve periodo previsto dal contratto, le condizioni del mutuo cambierebbero radicalmente, diventando improvvisamente molto meno vantaggiose per il richiedente. Situazione che si complica se sul primo immobile si sta già pagando un mutuo. Il richiedente, infatti, rischierebbe di dover pagare due mutui.

Da evidenziare che anche per i mutui ponte le banche richiedono alcune garanzie, come la costituzione di un’ipoteca sia sul vecchio immobile che su quello nuovo. Ipoteche che saranno rimosse una volta che il debito sarà stato rimborsato (va anche detto, però, che i costi per l’iscrizione e la cancellazione dell’ipoteca non sono trascurabili).

Solitamente, i mutui ponte non coprono tutta la spesa per l’acquisto della nuova casa e arrivano, mediamente, a coprire il 60% del valore dell’immobile.

Riassumiamo con una tabella i vantaggi e gli svantaggi di questa tipologia di mutuo.

Vantaggi mutuo ponte Svantaggi mutuo ponte
Si usufruisce delle agevolazioni prima casa Iscrizione di due ipoteche (spese notarili più alte)
Pagamento soli interessi per 24 mesi Copre al massimo il 60% del valore dell’immobile
Non è necessario disporre di liquidità per il nuovo acquisto Obbligo di vendita della vecchia casa entro i 24 mesi, pena il pagamento di un doppio mutuo

 

La scelta migliore, comunque, è sempre quella di rivolgersi a più banche in modo da ottenere diversi preventivi per l’accensione del mutuo ponte più idoneo alle proprie necessità. Se però non si trova una soluzione conveniente in questo senso, esiste un’alternativa al mutuo cambio casa. Se il proprietario della nuova abitazione è d’accordo, infatti, si può dilazionare il pagamento dell’immobile dando un anticipo al momento dell’acquisto e garantendo il successivo pagamento del resto della cifra pattuita attraverso una fidejussione.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.