Mutuo Regionale Sardegna, cosa dice il bando per le agevolazioni

mutuo regionale sardegna

Quando si deve effettuare un acquisto importante come la prima casa, molte persone si rivolgono alle loro banche per poter ottenere un mutuo che garantisca di avere la giusta liquidità per effettuare l’investimento. I mutui, però, sono onerosi e richiedono garanzie che non tutti possono disporre. Inoltre, a causa della recente crisi economica che ha pesato molto sul sistema bancario, le banche sono ancora più attente a concedere un finanziamento e soprattutto fanno molta più fatica a concedere importi sopra un certo valore. Fortunatamente, alcune regioni, vanno in aiuto di chi ha bisogno di accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa. Approfondiamo oggi in dettaglio le agevolazioni che è possibile ottenere grazie al Mutuo Regionale Sardegna.

Mutuo Regionale Sardegna: le agevolazioni 2018 per l’acquisto della prima casa

La Regione Sardegna ha pubblicato un bando che prevede contribuiti per chi deve costruire, acquistare o ristrutturare la prima casa. Il finanziamento prevede la concessione di un particolare mutuo erogato o dal Banco di Sardegna o da Banca Intesa SanPaolo. Trattasi, nello specifico, di un mutuo che non può superare i 120 mila euro e che può avere una durata di 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Il rimborso del finanziamento avviene attraverso il pagamento di rate semestrali posticipate a tasso fisso o a tasso variabile.

Rispetto ad un mutuo standard l’agevolazione della Regione Sardegna prevede l’abbattimento della quota di interessi del mutuo per 26 semestralità per i mutui della durata di 25 o 30 anni e per 20 semestralità per i mutui della durata di 20 o 15 anni e per 14 semestralità per i mutui della durata di 15 anni.

Nello specifico, l’abbattimento sarà:

  • Del 50% per redditi fino a 27.638,34 euro
  • Del 30% per redditi superiori ai 27.638,34 euro e sino a 46.063,90 euro
  • Del 50% per redditi sino a 46,063,90 euro nel caso di recupero e di acquisto di abitazioni situate nei centri storici o nei così detti centri matrice
  • Del 70% per i redditi sino a 46.063,90 euro per i mutui stipulati dalle giovani coppie che acquistino o recuperino abitazione dei centri storici o nei centri matrice

In alternativa, il contributo della Regione della Sardegna può essere riconosciuto per una quota massima del 10%, non superiore ai 10 mila euro, dell’importo dovuto del mutuo, come contributo a fondo perduto, oltre alla riduzione del tasso bancario del 50% sulla residua quota dell’importo del mutuo ancora da rimborsare.

Requisiti, condizioni e modalità di richiesta del Mutuo Regionale Sardegna

Le agevolazioni previste dalla Regione Sardegna non possono essere cumulate con altre tipologie di agevolazioni pubbliche per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di un’abitazione.

Le domande per questo mutuo agevolato possono essere fatte da persone fisiche che dispongano di un titolo esclusivo dell’area in cui costruiranno la casa o dell’alloggio che acquisteranno o ristruttureranno. La domanda può essere portata avanti solamente da uno dei coniugi o da una delle parti dell’unione civile. Tale domanda di accesso almutuo agevolato può essere portata avanti anche da un altro componente del nucleo familiare a patto che sia maggiorenne e che non sia a carico di altri ai fini fiscali.

Per poter accedere al mutuo è requisito fondamentale sposarsi oppure costituire unione civile entro un anno dalla data di presentazione della domanda. Nessun problema per chi, invece, è già regolarmente sposato (non da più di tre anni, comunque).

 

Scopri di più su:
Mutuo Regionale: in cosa consiste e quali Regioni aderiscono

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968