CDP: export ed internazionalizzazione

export banca

La Cassa Depositi e Prestiti (CDP) sostiene l’export e l’internazionalizzazione delle imprese italiane assieme al sistema bancario italiano. La Cassa Depositi e Prestiti vuole, dunque, essere un partner privilegiato per tutte le realtà imprenditoriali italiane che vogliono espandersi anche sui mercati esteri, promuovendo la loro crescita internazionale anche grazie ad una serie di strumenti finanziari.

CDP a supporto dell’internazionalizzazione

La Cassa Depositi e Prestiti intende promuovere il Made in Italy come parte integrante del suo Piano Industriale 2016-2020. Proprio per questo, la CDP ha messo sul piatto ben 63 miliardi di euro per le aziende italiane per attività di export e di internazionalizzazione attraverso specifici finanziamenti, in collaborazione con il sistema bancario italiano.

Cassa Depositi e Presiti vuole essere vicina a tutti gli imprenditori che vogliono sviluppare il loro business. Inoltre, grazie a SACE e SIMEST (polo unico dell’export e dell’internazionalizzazione), le aziende italiane che puntano ad uscire dai confini nazionali possono accedere ad un sistema di supporto per le loro attività all’estero. Aiuti come finanziamenti, emissioni di obbligazioni e tanto altro.

Ti potrebbe interessare anche:
SACE, le soluzioni dell’azienda a supporto dell’export

 

CDP, Export Banca

La Cassa Depositi Prestiti supporta, quindi, le politiche si sviluppo per il Paese attraverso strumenti finanziari pesanti anche per i progetti di internazionalizzazione. Strumenti che sono calibrati essenzialmente per le imprese italiane impegnate nell’Export e nei progetti di internazionalizzazione.

Nello specifico, negli interventi diretti superiori ai 25 milioni di euro, la quota CDP inferiore o uguale al 50% dell’operazione è sempre ammissibile. La quota superiore al 50% dell’operazione è soggetta a verifica preliminare dell’indisponibilità parziale o totale del sistema bancario.

Negli interventi indiretti, invece, con operazioni superiori ai 15 milioni di euro, la Cassa Depositi e Prestiti offre alle banche la provvista di scopo necessaria per effettuare il finanziamento in favore dell’impresa.

In tutti i casi, sia negli interventi diretti che in quelli indiretti, i finanziamenti saranno erogati solo dopo attenta valutazione ed approvazione di CDP o delle banche.
Per quanto riguarda le garanzie, la CDP gode delle medesime garanzie offerte agli altri finanziatori. Sulle condizioni economiche degli interventi, se la quota di cofinanziamento bancario è non inferiore al 25% dell’operazione, CDP si allinea alle condizioni economiche applicate dai cofinanziatori.

In tutti gli altri scenari, invece, CDP applica le condizioni economiche di mercato vigenti per la tipologie di operazione nel pieno rispetto delle normative europee.

Sono finanziabili operazioni di credito acquirente o buyer’s credit e operazioni di internazionalizzazione. Inoltre, è possibile l’intervento di stabilizzazione del tasso di interesse da parte di SIMEST. Le imprese interessate possono approfondire le possibilità a loro offerte all’interno del protocollo d’intesa tra CDP e ABI del 18 marzo del 2015.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.