Credito Valtellinese banca a rischio? Il percorso attuale

credito valtellinese banca a rischio

Il Credito Valtellinese ha subito un periodo di crisi in seguito ad una “fuga” degli investitori che è avvenuta qualche mese fa. La banca ha dovuto affrontare un momento in cui i titoli continuavano a crollare in Borsa e poi sono stati sospesi per un eccesso di ribasso. Precedentemente erano state note le difficoltà dell’istituto di credito, che aveva annunciato come i suoi conti erano apparsi in rosso, per poi arrivare ad una perdita complessiva di 400 milioni di euro. Con l’aumento del capitale da 700 milioni gli analisti spiegavano che era un’azione fuori dalla portata di Creval. La banca, insomma, ha dovuto affrontare un periodo particolare soprattutto a causa dei problemi derivati dai crediti deteriorati. Proprio per questo motivo molti si chiedono se la banca è a rischio.

Credito Valtellinese Banca a rischio, sì o no?

La situazione attuale non fa pensare che la Creval rientri fra le banche a rischio chiusura. Infatti, dopo le difficoltà affrontate, sembra che la situazione sia in netto miglioramento. Il Credito Valtellinese guadagna bene, attestandosi su una variazione dell’1,4%, come dimostrano le ultime notizie che arrivano da Piazza Affari.

Nel breve periodo si vedono segnali di rialzo, anche perché la banca può contare su un’area di supporto che si attesta a quota 0,0933 euro. La curva di rialzo potrebbe arrivare anche a 0,0954. È chiaro che molti investitori dimostrano i loro dubbi, perché la banca si aspettava una perdita massima di 770 milioni per quanto riguarda i crediti deteriorati, fatto che l’aveva messa in crisi a livello di operazioni di mercato.

Con l’aumento del capitale il Credito Valtellinese, che in Borsa valeva 140 milioni di euro, aveva chiesto al mercato delle risorse pari a 3,5 volte la sua capitalizzazione, un’azione da molti ritenuta insostenibile. Però adesso la situazione sembra migliorare.

 

Guarda anche:
Le Banche più sicure d’Italia: elenco aggiornato

 

Il parere della Consob su Credito Valtellinese

Anche la Consob è intervenuta nel dare il proprio parere sulle difficoltà che ha incontrato il Credito Valtellinese. Soprattutto la Consob ha messo in atto un richiamo formale di attenzione, che ha avuto l’obiettivo di invitare gli intermediari a gestire al meglio i rapporti con i clienti. È stata attivata nei confronti della banca Valtellinese un’attività di monitoraggio, che comprende nel suo raggio di azione soprattutto piccoli azionisti e quindi, proprio per questo motivo, ha un compito molto delicato.

La Consob ha ricordato alla banca Valtellinese che era necessario ridurre al massimo i rischi in Borsa, dando la possibilità di sottoscrivere nuove azioni, senza però poter contare sull’opportunità di esercitare un’azione di revoca.

La banca stessa, nell’ambito delle azioni che hanno previsto l’aumento di capitale, ha dichiarato che avrebbe prestato attenzione nella valutazione dell’adeguatezza del nuovo investimento, lasciando la possibilità al cliente di sottoscrivere le nuove azioni dopo il rilascio di una dichiarazione olografa.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.