Piemonte: arriva la carta di credito per la cultura

Ecco una carta di credito un po’ particolare che è frutto dell’iniziativa della Regione Piemonte: la carta di credito per la Cultura. Si tratta di una carta di credito vera, strumento di credito a tutti gli effetti che permette di accantonare una piccola percentuale della propria spesa in un fondo destinato al finanziamento dei beni culturali della Regione.

L’idea non è nuova in altri Paesi: in Gran Bretagna, ad esempio, la banca Lloyds permette di arrotondare alla sterlina ogni acquisto effettuato con carta, destinando l’arrotondamento a un fondo di risparmio personale. E’ un po’ come un salvadanaio, nel quale vanno a finire i centesimi (i resti) di ogni spesa effettuata con la carta, così il cliente della banca risparmia senza neanche accorgersene.

Nel caso della carta per la cultura, l’idea di fondo è la stessa, salvo che i “resti” delle spese con carta vanno a finanziare la cultura pubblica. La carta non avrà costi aggiuntivi per gli utilizzatori, e i beneficiari dei risparmi dei cittadini saranno ad esempio il Teatro Regio, la Reggia di Venaria o il Museo Egizio.

Quando sarà disponibile la carta? Tanto per cominciare, la carta di credito sarà donata per Natale a tutti i dipendenti della Regione Piemonte, e poi l’amministrazione conterà anche sul sostegno di imprenditori che vogliano regalarle ai propri dipendenti. Senza contare che tutti gli appassionati di cultura potranno richiederela indipendentemente alla Regione.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968