Campania: finanziamenti anti usura

Lotta all’usura: arrivano i Finanziamenti in Campania per progetti ideati a contrastare questo tipo di reati. Qualche giorno fa, con il decreto dirigenziale del 22 novembre 2012, n. 149, la Regione Campania ha adottato un bando che consente ai Comuni di accedere a finanziamenti per realizzare progetti finalizzati all’erogazione di servizi legati alla prevenzione e contrasto ai reati di usura ed estorsione.

Un gesto vero per combattere un reato odioso che costringe molte persone già senza risorse a una sorta di schiavitù costante dai propri aguzzini.
Per fare istanza e ottenere il finanziamento bisogna essere organizzati in raggruppamenti di Comuni associati attraverso apposita convenzione. Il bacino di popolazione complessiva deve essere pari o superiore a 20 mila abitanti.

Possono concorrere anche le Unioni di comuni purché sempre con popolazione complessiva di almeno 20.000 abitanti, o Comunità Montante con le stesse disposizioni per quanto riguarda il numero degli abitanti nel territorio interessato.
La discriminante è insomma che per fare richiesta si sia un nucleo abitato e omogeneo di almeno 20.000 abitanti. Per questo anche comuni con questo numero possono concorrere da soli. Se inoltre si hanno abitanti in numero superiore o pari a 100.000, si possono anche presentare più progetti da finanziare, purché i servizi per i quali si chiede il sostegno siano programmati su ambiti territoriali diversi.

Per beneficiare dei contributi regionali, gli interessati devono avvalersi di organismi iscritti negli elenchi provinciali delle associazioni e delle fondazioni antiracket ed antiusura, tenuti presso le Prefetture.

I progetti devono prevedere servizi di tutela della vittima durante la delicata fase di denuncia usura, e sostegno durante l’iter processuale, misure di sostegno previste dalle normative antiracket ed antiusura, processi di inserimento nell’attività economica.

Il contributo regionale assegnato a ciascun progetto è pari al 70% delle spese totali e comunque entro un massimo finanziabile pari ad euro 40.000,00.
I Comuni proponenti devono disporre un co-finanziamento dei progetti nella misura del 30% del costo totale del progetto. A tanto si può provvedere sia attraverso risorse finanziarie che attraverso la valorizzazione di beni e servizi o personale, messi a disposizione del progetto.

Le domande vanno presentate entro il 25 gennaio 2013

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968