Credem Leasing e impresa: l’offerta completa

credem leasing

Il leasing è una formula sempre più utilizzata, sia da privati che da professionisti, per usufruire in maniera flessibile di strumenti, veicoli ed immobili, permettendo di decidere in un secondo momento se procedere o meno all’acquisto. Credem ha costruito un’intera branca delle sue attività finanziarie proprio sul leasing, proponendo un’offerta variegata e completa sia ad aziende che a privati. Analizziamo in questo articolo la proposta per i professionisti, studiandone i maggiori vantaggi e svantaggi.

Che cos’è il leasing

Prima di procedere alla presentazione dell’offerta Credemleasing, vale la pena fare una premessa, spiegando cos’è il leasing. Tecnicamente, infatti, esso è un contratto di locazione, quindi paragonabile, per certi versi, ad un affitto o ad un noleggio, che però mostra delle peculiarità. Al contrario delle due tipologie di contratto più conosciute, in questo caso si paga il cosiddetto maxi-canone all’inizio (che consiste in una piccola percentuale del valore del bene concesso), per poi procedere con delle quote mensili fino al termine dell’accordo. A questo punto, l’utilizzatore può decidere se procedere con l’acquisto del bene, riscattandolo, o se cessare di usufruirne.
Venendo incontro alle necessità delle imprese, che utilizzano diversi strumenti, immobili e veicoli per le loro attività, Credem ha incluso nella propria gamma di prodotti anche diverse opzioni di leasing. Proponiamo qui l’offerta completa.

Il leasing immobiliare

Ovviamente, ad essere oggetto del contratto qui è un immobile, ad esempio un fabbricato industriale, un locale commerciale o uno studio, che sia utile alle attività dell’impresa o del professionista. Credem permette il leasing di immobili sia finiti sia in fase di costruzione o ristrutturazione per le categorie A/10, da C/1 a C/6 e D/1, ma anche di terreni edificabili. Per ciò che riguarda la parte economica, è possibile richiedere un finanziamento di almeno € 100.000 da rimborsare lungo un periodo che va dai 5 ai 15 anni; l’anticipo sarà equivalente al massimo del 30% del valore complessivo del bene, mentre il riscatto, se effettuato, sarà compreso tra il 5% e il 10%. Anche nel caso del leasing, sarà possibile scegliere tra un tasso fisso e uno indicizzato o variabile; nel primo caso, il valore rimane intorno al 9% (sebbene risulti leggermente più basso o più alto a seconda che l’immobile sia più o meno costoso). Il leasing immobiliare di Credem prevede inoltre la possibilità del sale and lease back: l’utilizzatore vende il proprio immobile all’intermediario, così da ottenere liquidità nell’immediato e continuare ad utilizzare il bene pagando un canone a cadenze regolari. Va infine segnalato che i beni immobili in leasing rivolti ad imprese e professionisti possono essere fiscalmente deducibili.

Il leasing strumentale

Per tutte quelle imprese che hanno la necessità di utilizzare nuovi strumenti per le loro attività Credem concede il leasing strumentale. Esso è applicabile a beni mobili e immateriali (come ad esempio software innovativi) del valore di almeno € 10.000 da rimborsare in un periodo che va dai 2 ai 7 anni con ammortamenti a tasso fisso (8,25% massimo) o variabile; sebbene l’anticipo sia costituito anche in questo caso dal 30%, il riscatto è generalmente pari al solo 1%. Il vero vantaggio del leasing strumentale è che nel 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha promosso iper e super ammortamenti, con supervalutazioni fino al 250% degli investimenti.

Il leasing energia

Questa particolare tipologia di finanziamento strumentale è pensata appositamente per le imprese che intendono approfittare dei vantaggi degli impianti fotovoltaici e delle energie rinnovabili. L’importo minimo dell’operazione è di € 10.000 e può essere rimborsato con un ammortamento dai 2 ai 7 anni; il tasso può essere fisso o variabile come di consueto, l’anticipo è del 30% massimo e il riscatto è pari all’1%.

Il leasing targato

Credem permette alle aziende di acquistare in leasing anche veicoli commerciali, finanziando l’intero importo (minimo € 10.000) e permettendo il rimborso in 2-5 anni ad un tasso fisso, dell’8% o del 9% a seconda del valore dello stesso, oppure ad un tasso indicizzato. In questo caso, l’anticipo e il riscatto sono più onerosi che in altri leasing: rispettivamente un tetto del 30% e del 20%.

Il leasing nautico

Le imbarcazioni sono considerate a scopo commerciale quando utilizzate per scuola di vela o di diving e per il noleggio. Se si intende aumentare la propria flotta e si è armatore, ci si può avvalere del leasing nautico, che permette rimborsi di importi minimi di € 75.000 grazie a canoni periodici per un periodo che va dai due ai sei anni, usufruendo di un tasso fisso – pari a circa l’8% – o variabile. Per le imbarcazioni da diporto, si richiede un massimo del 40% come anticipo e una cifra compresa tra l’1% e il 10% per quanto riguarda il riscatto.

I pro e i contro

Il leasing, specialmente tra le aziende, si sta diffondendo proprio perché spesso vantaggioso. L’offerta di Credem risulta molto flessibile nella scelta della durata del contratto di locazione finanziaria, ma anche per quanto riguarda gli importi di anticipo e riscatto. La società inoltre offre una copertura assicurativa all risks, che protegge anche da danni derivanti da catastrofi naturali, atti vandalici o terroristici; per ogni tipo di leasing, poi, sono previste delle peculiarità, come la responsabilità civile delle proprietà verso terzi.
Tra i rischi che si possono correre, vi sono quelli tipici di questa tipologia contrattuale, come l’obbligo di manutenzione ordinaria e straordinaria del bene, la possibilità che sia consegnato un bene difettoso o diverso da quello promesso e tutto quanto è conseguenza di un finanziamento a medio o lungo termine (variazione del canone se si sceglie un tasso variabile, obbligo di pagamento delle rate e così via).

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968