Federconsumatori contro le banche

Federconsumatori, accusa le banche e lo fa con termini forti, puntando il dito contro gli istituti di credito che sarebbero rei di mettere in grossa difficoltà le famiglie. D’altronde il rincaro dei tassi di interesse per mutui e prestiti e la stretta sul credito che rende difficile ottenere finanziamenti è un po’ l’argomento del mese. Sul tema si sono fatti sentire anche Adusbef mentre Abi aveva già sollevato la questione del rincaro dei tassi sui mutui, che per gli italiani sono più alti rispetto al resto dei cittadini dell’unione europea, in particolare, per esempio mutuo da 100 mila euro costa ad una famiglia 25 mila euro in più della media Ue.

Nonostante alcune leggerissime (per non dire impercettibili) diminuzioni del differenziale di tasso sui mutui tra Italia ed Ue, che è passato a +119 punti base a dicembre 2012, rispetto a +124 di luglio 2012, avverte l’associazione, in un anno (novembre 2011,dicembre 2012) è quasi raddoppiato il differenziale Italia-Eurolandia tra i tassi medi applicati a mutui e prestiti.

A dicembre 2012, il differenziale per i mutui risultava di +119 punti base, mentre per i prestiti personali e credito al consumo risulta +152 (era + 84 a novembre 2011).

Le banche, accusa Federconsumatori, “continuano ad approfittare del basso livello dell’Euribor (per i tassi variabili) ed Eurirs (per i tassi fissi) per imporre spread altissimi sui mutui. Va rilevato che da gennaio 2013 i due tassi sono in leggera crescita”.  E aggunge “L’inefficienza e gli elevatissimi costi delle banche italiane addossati ai consumatori costituiscono una palla al piede per il Sistema Italia, che non riesce a competere ad armi pari in Europa. I signori banchieri, messi al riparo da una concorrenza minimale e da una scandalosa protezione di contigue Autorità vigilanti, invece di fare le vittime, lagnandosi del pesante clima di sfiducia ed ostilità verso le banche, abbassino i tassi e le insopportabili condizioni su mutui e prestiti imposti ai consumatori”.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.