Con la crisi economica i soldi si chiedono ai parenti

L’Italia è un paese anomalo per tanti aspetti, ma la cosa non è necessariamente negativa: ormai maestri nell’arte di arrangiarsi, gli italiani si ingegnano per far fronte alle difficoltà, e se le banche e gli istituti di credito offrono condizioni inaccettabili per mutui e prestiti, non resta altro che indebitarsi con chi i soldi magari ce li ha: i parenti.
Crescono, infatti, i prestiti contratti presso i propri familiari o agli amici più stretti, andando ad erodere i risparmi personali delle famiglie, ma – almeno – si va avanti e senza mettersi nei pasticci con le banche o con i soldi di terzi.

Insomma, se le famiglie italiane sono state virtuose sino ad oggi rispetto ad altri paesi (siamo il paese europeo con meno indebitamento personale), ora quei risparmi servono proprio per far risollevare i membri della famiglia che sono in difficoltà.

Quel che è certo è che la situazione di prestiti e mutui è in pesante stallo: si rimandano tutte le spese non indispensabili e c’è un brusco calo negli acquisti. Inoltre, le condizioni e le garanzie che vengono richieste a chi vorrebbe un prestito o un credito sono talmente svantaggiose che molte persone si scoraggiano in partenza e non chiedono nemmeno più un preventivo, prefigurandosi delle risposte negative.

Sarà difficile, insomma, ripristinare la fiducia nei clienti persi. E alla fine, vciene da chiedersi… chi ci guadagna?

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968