Natale in tono minore per via dei rincari

Il credito alle famiglie mostra segni di affanno, non è una novità, e i segnali di sfiducia sono stati rilevati anche dal recente Osservatorio di Findomestic, che nel mese di novembre ha registrato record di pessimismo degli ultimi anni. I prestiti si stanno lentamente contraendo e le nuove erogazioni di finanziamenti rispetto a un tempo sno molto più contenute.

Il vicedirettore generale di Bankitalia Salvatore Rossi di recente ha precisato come la decelerazione dei prestiti alle famiglie sia divenuta negativa in particolare nel terzo trimestre del 2012 e che secondo le stime di Bankitalia la decrescita dei mutui immobiliari proseguirebbe nei prossimi mesi, almeno fino a metà del 2013.

Secondo una recente indagine inoltre svolta dalle sue associazioni di consumatori Adusbef e Federconsumatori, dopo un anno di rincari che ha messo a dura prova le famiglie italiane, il Natale che ci aspetta sarà in tono minore, con una perdita di potere di acquisto dovuto a tasse e rincari, tra cui il pagamento dell’Imu.

La tredicesime si usa per pagare Imu e bollette, e preoccupano i nuovo aumenti annunciati da gennaio: dalle tariffe autostradali alla benzina, bolli, tasse e tarsu.

A fine anno infatti arrivano le scadenze fiscali e per molti la tredicesima si è impegnata quasi interamente per fare fronte a queste spese. A “bruciare” l’ampia fetta delle tredicesime sono state bollette, rate e prestiti.

E’ importante quindi quando è possibile cercare di risparmiare, contrarre finanziamenti solo se necessario e confrontarne diverse offerte prima di prendere decisioni, in modo da trovare quella più vantaggiosa.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968