Prestiti a famiglie e imprese: le banche italiane sempre più rigide

Le banche italiane sono sempre più rigide nella concessione di prestiti a famiglie e imprese, così come per i mutui, nel primo trimestre del 2011. A lanciare l’allarme è Bankitalia, che evidenzia il trend da un’analisi dei dati del primo trimestre del nuovo anno. Finanziamenti alle aziende con criteri rigidi (e stabili), con l’applicazione di maggiori margini per la banca stessa e stretta per quelli alle famiglie: questo il dato che emerge dalla situazione attuale.

I prestiti alle imprese
Tutto questo mentre la domanda di prestiti da parte delle imprese si farà ancor più elevato: Bankitalia prevede che nei prossimi tre mesi le imprese italiane avranno bisogno di maggiori liquidità per ristrutturare il debito o dall’esigenza sempre più impellente di capitale circolante.

I prestiti e mutui ai privati
Sul fronte dei privati, invece, l’andamento della richiesta di mutui e prestiti si prevede stabile. Quel che pare certo è che sempre più persone resteranno escluse dalla concessione di prestiti e mutui, se non altro per una selezione sempre più rigida e per le stesse condizioni di mercato che sono poco idonee allo sviluppo del mercato.

Senza variazione invece gli investimenti fissi e in lieve calo la domanda per fusioni e acquisizioni. L’indagine evidenzia infine come dopo un lieve aumento segnalato negli ultimi tre mesi, l’attesa per i prestiti destinati dalle famiglie all’acquisto di abitazioni è stabile.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968