Smart e Start: requisiti e procedimento per ottenere gli incentivi

smart e start

Smart e Start di Invitalia è un sistema utile per favorire la creazione e lo sviluppo di start-up nel settore tecnologico. Si tratta di un bando che può essere determinante per molte realtà imprenditoriali, perché consente di ottenere delle agevolazioni utili per portare avanti la propria attività contraddistinta da un carattere innovativo. L’obiettivo consiste nel favorire lo sviluppo di realtà imprenditoriali correlate al settore dell’economia digitale. Allo stesso tempo si vuole porre una grande attenzione alla valorizzazione delle ricerche scientifiche e nel campo della tecnologia, anche per favorire il ritorno da Paesi esteri di giovani italiani.

A chi è rivolta l’iniziativa

In particolare per il bando di Invitalia sono stati messi da parte quasi 200 milioni di euro. L’idea consiste nella valorizzazione di start-up specifiche, caratterizzate dai seguenti elementi:

  • un evidente contenuto innovativo e tecnologico;
  • la capacità di fornire servizi o prodotti nel settore dell’economia digitale;
  • la possibilità di valorizzare le evidenze della ricerca scientifica, privata o pubblica.

Le start-up che rientrano in queste tipologie possono richiedere degli incentivi utili a sostenere i costi per investimenti e le spese per la gestione. Possono essere finanziate spese corrispondenti ad una somma compresa tra 100.000 euro e un milione e mezzo di euro. In particolare gli incentivi potranno essere utilizzati per l’acquisto di licenze, brevetti, consulenze, impianti e oggetti tecnologici, oltre che di elementi software e hardware. Inoltre gli incentivi per start up servono a finanziare le spese di gestione, come i dipendenti e i collaboratori dell’impresa, i canoni del leasing ed eventuali interessi su altri finanziamenti.

Smart e Start di Invitalia permette di ottenere un finanziamento a tasso zero, senza quindi la presenza di interessi, con un importo corrispondente al 70% delle spese ammissibili. Se la start-up è costituita completamente da soggetti sotto i 36 anni oppure da donne o se è presente un dottore di ricerca che non abbia superato i 6 anni di attività e che è impegnato da almeno 3 anni all’estero, l’importo può arrivare anche all’80%.

Come presentare la domanda

Per richiedere gli incentivi in questione bisogna seguire una procedura completamente online. Basta collegarsi alla piattaforma smartstart.invitalia.it ed effettuare la registrazione al portale specificando un indirizzo di posta elettronica. Successivamente bisogna accedere all’area riservata per compilare la domanda online e allegare i documenti richiesti e il business plan.

Le domande vengono valutate in base all’ordine di presentazione e non esistono delle apposite graduatorie. Gli incentivi vengono corrisposti fino all’esaurimento dei fondi.

Di recente un apposito decreto ministeriale ha fornito delle ulteriori indicazioni, che permettono l’accesso alle agevolazioni anche da parte di società messe a punto da non più di 60 mesi, invece che 48, oltre alla possibilità di indicare nelle spese previste per il finanziamento anche i costi relativi al marketing e al web marketing.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

TRIBOO Copyright © 2018 Triboo Direct, tutti i diritti riservati. Realizzato da Triboo Direct S.r.l. - viale Sarca 336 Ed.16 - 20126 Milano Partita IVA n. IT09290830968