Prestiti in 24 ore per cattivi pagatori: come funzionano

prestiti in 24 ore per cattivi pagatori

I prestiti in 24 ore per cattivi pagatori possono essere ottenuti in diverse modalità. Si possono ottenere prestiti online veloci o piccoli prestiti rivolgendosi ad agenzie finanziarie che spesso sono disposte a concedere prestiti veloci senza garante. Se abbiamo bisogno di una somma che ci serve per ottenere subito immediata liquidità nel nostro conto da destinare anche all’acquisto di beni di consumo, possiamo richiedere dei prestiti veloci anche se siamo cattivi pagatori. Spesso questa condizione non viene considerata affatto ideale per poter ottenere la concessione di un finanziamento, ma vediamo quali modalità possiamo sfruttare per ottenere i soldi che ci servono attraverso un prestito anche se siamo finiti nella lista nera dei cattivi pagatori.

Cattivo pagatore: chi è

Il cattivo pagatore è colui che non riesce a restituire l’intero prestito, ottemperando ai suoi doveri nei confronti del creditore. Quando richiediamo un prestito, per esempio ad una banca, l’istituto di credito ci chiede di restituire la somma ricevuta attraverso delle rate che devono essere pagate secondo tempi prestabiliti.

Oltre alla somma ricevuta, dobbiamo restituire anche gli interessi. Non sempre si riesce a mantenere gli impegni presi, specialmente se capita di ritrovarsi in difficili condizioni economiche. Per questo si viene segnalati come cattivi pagatori e si viene iscritti nei sistemi di informazione creditizia o nella centrale rischi della Banca d’Italia.

Quando la banca riceve la richiesta di un prestito, controlla in questi database se siamo cattivi pagatori e per questo, se trova precedenti condizioni di insolvenza, non è disposta a concedere altri finanziamenti.

Prestiti per cattivi pagatori: quali sono

Un cattivo pagatore può ottenere comunque alcune tipologie di prestito:

  • Prestito con cessione del quinto – bisogna essere un lavoratore dipendente con contratto a tempo indeterminato oppure un pensionato. In questo modo la banca potrà effettuare il rimborso delle rate prelevando le somme direttamente dallo stipendio o dalla pensione. La soglia massima stabilita è quella di un quinto dello stipendio per il pagamento delle rate. Il datore di lavoro o l’Inps trattengono alla fonte la somma che serve per pagare le rate. Le eventuali garanzie richieste dalla banca consistono nell’estinzione del debito entro la scadenza del contratto di lavoro, nel disporre di un Tfr maturato, nella sottoscrizione obbligatoria di un’assicurazione sulla vita o sul lavoro;
  • Prestito con delega – il prestito con delega si può chiamare anche prestito doppio quinto. Consiste nella decurtazione dalla busta paga o dalla pensione del doppio quinto dello stipendio, che corrisponde al 40%;
  • Prestiti cambializzati – l’istituto di credito a cui ci rivolgiamo ci può chiedere la firma mensile di cambiali, per coprire le rate che dobbiamo pagare. In caso di insolvenza, la banca può procedere al pignoramento di un nostro bene. Come garanzie possono essere richieste il Tfr o un’assicurazione sulla vita;
  • Prestiti con fideiussione – questi prestiti consistono nell’ottenere una fideiussione. Si tratta di una garanzia per la banca o per la società finanziaria, perché un soggetto terzo si obbliga a tutelarci e a far fronte alle spese, se non riuscissimo a pagare le rate che abbiamo stabilito.

Prestiti in 24 ore

Anche cercando online, ci sono molte offerte a disposizione per ottenere un prestito in sole 24 ore. Se abbiamo bisogno subito della somma di denaro e siamo cattivi pagatori, possiamo rivolgerci a quegli istituti di credito in grado di offrire da 1000 ad un massimo di 60000 euro con un piano di ammortamento che arriva fino a 120 mesi.

Alcune banche o finanziarie inviano direttamente a casa l’assegno, se non si ha la disponibilità di un conto corrente. Si tratta in genere di prestiti a tasso fisso e quindi con la garanzia che l’importo delle rate non cambi nel corso del tempo. Il tasso di interesse per questi prestiti veloci si aggira solitamente intorno al 17%.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.